anni

Sono passati anni, e sembra ieri, e sembra un secolo . . . e quante cose sono successe nel frattempo, e quante non sono più possibili . . . ancora è difficile parlarne!

Anni fa, mi sveglio, nel lettone, vicino a mia madre, non respira più. Sveglio mia sorella, mio padre e telefono a mio marito, poi, tutto il casino che bisogna affrontare in queste occassioni . . . aspettare un ora decente per chiamare e comunicare la notizia a tutti i parenti, accogliere i vicini e gli amici, andare a sbrigare le pratiche . . . quanti fogli da firmare. I miei figli da consolare . . . e finalmente, piango!

Poi, organizzare le cose, ospitalità per quei parenti che arrivano da lontano, qualcosa da mangiare per tutti quelli che sono in casa (bisogna continuare a vivere), accordi con il parroco, accogliere i parenti, gli amici, i vicini, i conoscenti  . . . tutti con parole di conforto, che non confortano per niente. Tutti che vogliono sapere degli ultimi giorni, ma dov’erano in questi ultimi mesi?

Una vita, tanti anni, chiusi in una cassa, sotto gli occhi di tutti, con tutti che commentano, come la malattia l’ha cambiata, quanto era brava, quanto era buona. Non si può chiudere la porta in faccia a tutta questa gente e chiudersi nel proprio dolore, bisogna sorridere, ringraziare, baciare e abbracciare, in certi casi bisogna consolare gente che dovrebbe consolare te . . . misteri dell’animo umano.

Eppure tutto questo serve, a farti capire, se ce ne fosse bisogno, che persona speciale hai appena perso, e a farti andare avanti malgrado tutto. Chissà cosa ne avrebbe detto lei. Lei che era tranquilla e serena in quei tremendi 8 mesi di malattia, che era tranquilla e serena perchè per lei la morte era un passaggio per un “posto” sicuramente migliore.

E dopo tutti questi anni, ancora adesso, vorrei raccontarle le cose che mi succedono, i pensieri, i problemi, le gioie . . . ma penso che lei le sappia, che lei sia qui, vicino a me, così tiro avanti tutti i giorni, come lei vorrebbe! Con fede, speranza e carità! Così, come lei ha sempre fatto.

Grazie mamma

Annunci

Un pensiero su “anni

  1. Ciao mamma di Fiore!  Sarebbe stato bello conoscerti realmente anche se tua figlia parla di te tra le sue righe. Avrai conosciuto la mia mamy, sicuramente, lassù dove non c'è più tempo finito perchè è eternità.
    Per Fiore voglio ricordarle una bellissima frase che lessi in cima alla Paganella, nelle dolomiti di Brenta:
    Le persone che amiamo e che abbiamo perduto non sono più dove erano ma ovunque noi siamo!!!

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...