Domande odiose

Le domande che odio di più, a parte quelle dei figli, del tipo . “Ma’, che c’hai 10 €uro?” oppure:” Ma’, posso prendere la tua macchina, la mia è in riserva!”, sono 2 e oggi me le sono sentite far tutte e due . . . colmo della sfortuna!

Mentre ero in negozio, arriva un’allegra comitiva di turisti, chiaramente milanesi (i milanesi li becco al primo “buongiono”) dopo un po’ che parliamo, mi chiedono di dove sono. E io, sadica, :”indovini” . . . “Lombarda, di sicuro, ma di dove?”. . .  (e se te lo dico io, che gioco è?).  “Le do un’indizio  . . . “Bambo” . . .” scena muta,  “Secondo indizio . . . “Pota” . . .” al tizio, gli si illuminano gli occhi,  tutti, quasi un coro esclamano “Bergamo!”, e subito, uno spara :”de sura o de sota?” . . . 

Questa domanda, che mi perseguita da quando ho l’uso della ragione, vorrei proprio smettesero di farmela, Bergamo non è solo questo, credo che se tra qualche anno andrà su Marte un astronauta bergamasco, troverà un omino verde che glielo chiederà . . .  solo per avuto la fortuna di nascere nella città più bella del mondo.

La seconda domanda, dovrebbe essere proibita per legge, anche per la privacy, dopo una certa età!

Incontro una signora che conosco, al supermercato con la gente che gira intorno, da una corsia all’altra mi fa: “Fior, che, sei incinta?” A parte che io, non mi vedo così grossa, a parte che lei non è magra per niente. Non le do una rispostaccia, solo per il rispetto che si deve all persone più grandi. Ma insiste, vuole fare la madrina . . .  Finchè sei giovane, ci puoi scherzare, ma io ormai . .  c’è poco da scherzare, una domanda così e ti senti una balena, se poi ti ricordi che il cardiologo qualche giorno fa, ha detto a tuo marito: “Tu stai bene, ma tua moglie . . . quasi obesa e in età di menopausa!” . . c’è di che portarti . . . a ingurgitare un barattolo di Nutella! Alla fin fine ho questi kili di troppo, . . . mal distribuiti! ! ! ! Ho capito, quanto prima, a dieta.

. . . iniziare la dieta, è facile, io l’ho iniziata tante volte, al lunedì, per il giovedì era già finita.

Vi prego, solo commenti dolci, sono un po’ a terra! 

Annunci

12 thoughts on “Domande odiose

  1. Se ti capita di tornare dalle tue parti, butta un occhio da me, c’è un dolcetto per te, “polenta e osei”, giuro monoporzione perché sono a dieta eheheh.

  2. Monoporzione è meglio, si gusta tutta in una volta, i sapori si mischiano, è il massimo . . . poi, mica ne dobbiamo mangiare solo una, basta che sia monoporzione, dimenticavo che tu fai la mamma dello sposo e devi ssere in forma per il gran giorno
    Baci

  3. mami quando io mi sento grassa…mangio pane e nutella e marmellata …aiuta a superare la crisi!!!pensala cosi:le donne magre hanno tutte il muso lungo e sono tristi mentre noi donne giunoniche ridiamo sempre e siamo felici!dai forza e coraggio che di depressa basto e avanzo io in famiglia …che poi mi sono arriv….ahhhh che mal di schiena!!!!
    baci la nr.1

  4. Rosà, un bacio in fronte va bene? E uno pure alla nr.1, ok?
    Grazie, grazie, grazie, mille volte grazie! :))))
    (Ah… la dieta… non ci riuscirò mai! Ma forse, quando anche qualcuno dei miei si sposerà…)

  5. mammi quando vai a trovare graciete riportami anche a me un po di polenta e osei dolce!!!ahahahahahah che buonoooo!ti volevo dire …scusa se ti ho fatto star male(sono proprio stronza a volte)per favore ..anche se questo messaggio lo leggi domani…spero che con la mia telepatia ti arrivi adesso….per favore mamma dormi stanotte..non farmi incazzare!DORMI!
    be adesso ti saluto e ti auguro la buona notte…ci vediamo domani!!!baci baci

  6. Ti ci vuole la maglietta che avevo regalato alla mia amica “Non sono incinta, sono grassa” insieme a quella complementare “Non sono grassa, sono incinta”. Lei le usava per comunicare al mondo lo stato delle cose… solo che di figli ne ha avuti solo due.
    Lo sai che abbiamo lo stesso peso? Ehehe, però io ho il vantaggio dell’abito… la domanda assassina non me la possono fare!
    E tua figlia ha ragione. Dio ci ha dato la ciccia e noi dobbiamo tenerla da conto… se non ci ha fatto col fisico da fotomodelle, vuol dire che aveva le Sue ragioni. Chi siamo noi per mettere in dubbio i voleri dell’Onnipotente? Solo umili mangiatrici di nutella… (a me non piace, a dire il vero… facciamo gelato con panna!)

  7. . . . Finalmente, il mio pargolo si è allontanato, e io posso rispondervi, grazie a tutti per queste belle e consolatorie parole.
    Per la n° 1, non aprofittare troppo della tua dote di cuoca. E nemmeno del blog, io e te dobbiamo parlare di persona.
    Per Crosta, grazie di che? Spero di averti fatto sorridere, le mie disavventure . . .
    A NIhili, dico io grazie, mi hai dato un’idea, appena ho tempo . . . o i nipèotini con me . . ., ma questo è per un post, te lo racconto un altro giorno.
    Per Factum, non sono ancora a quelle dimensioni, ma mio marito si lamenta, e io pure, lui pesa 61 Kg, pare che gli rubo il mangiare . . .,
    A presto, sta tornando e deve . . . .giocare ai soldatini . . . A 24 anni . . . Baci a tutti

  8. Beh… consolante sapere che sono in buona compagnia!!! 😉

    (Diciamo che non sono un grissino! e… mi piace da morire la nutella e… il gelato!)

  9. Beh, il post è come tuo solito ironico e alquanto veritiero.
    C’è da dire che a me raramente fanno queste battutaccie, ma probabilmente perchè gli amici lontani sono stufi di farmele e quelli di Bergamo… beh! ^^

    Comunque la faccenda del “de sura e de sota” è un’altra leggenda metropolitana. Oramai nessuno più abita “de sura” se non il Vescovo, le Clarisse, la Parodi e banchieri d’alto borgo (per fortuna amici miei… eheheh :-P).

    Siamo tutti “de sota”, infimi sottoprodotti proletari che assistono impotenti alle giuste chiusure pomeridiane della Città alta.

    E poi Bergamo non è solo città. E’ valli e montagne. E’ vecchi contadini e nuovi imprenditori. Anzi, contadini scomparsi e imprenditori vecchi.
    E’ cambiata fiore eppure è rimasta sempre la stessa.
    Siamo (dei) duri. SU questo la TV ha ragione.

    yours

    MAURO

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...