Le vite degli altri . . . anno 3008

Nel 3000, si trovò il modo di recuperare nell’etere le conversazioni telefoniche, gli archeo – antropologi, le studiarono per capire qualcosa in più della società del primo decennio del XXI secolo, denominato in seguito “Bambocene” o, in slang: “l’era dei Bamboccioni”

 

Il nostro operatore ha trascritto questa intercettazione telefonica . . . tra il soggetto monitorato, di cui si ha una notevole mole di interessanti conversazioni telefoniche, (una rappresentate della razza “mater italica” che attualmente, viene studiata nei giardini eco-antropologici e denominata familiarmente “mamma chioccia”) e una non meglio identificata “figlia” (con cui, abbiamo scoperto, doveva esistere un legame di cure parentali a distanza)  avvenuta in un giorno imprecisato della primavera 2008:

 

Intercettazioni telefoniche reperto N° 001003002008

 

Pronto . . . ?

Ciao, sono la mamma!

Che c’è?

Ti volevo dire, per quella faccenda che mi hai chiesto di fare, ho bisogno che mi mandi per fax la delega . . .

Uffa! Sempre con ‘sta storia della delega! Te ne ho mandata una anche due mesi fa!

Sì, ma quella valeva per quella volta, adesso mi serve un altro documento e ci vuole una nuova delega . . . in fretta!

Tu hai sempre fretta, io, qui, ho un sacco di cose da fare: il lavoro, l’Università . . . e la casa!

Lo so, lo so . . ., ma se quella domanda scade tra 2 giorni, e mi serve quel documento, io che ci posso fare?

Mi stai stressando . . .

Oh, non l’ho inventata io la burocrazia e le scadenze . . . Guarda, cambia indirizzo e fattele te, lì a Roma, queste cose!

Ma dai, mamma . . . io che ne so di 730, disoccupazione e ufficio di collocamento . . . sono cose da grandi!

Da grandi??? E tu, cosa sei?

Da grandi, intendo . . . te, il papà . . . !

Va bene, mandami questa benedetta delega, ciao!
Ciao, ma!”

 L’eminente Archeo-antropologo, A. DENNYZ avendo studiato gran parte del materiale trascritto, con i nuovi “lettori del pensiero occulto” ha interpretato il pensiero di questa “mater italica”, quando ha finito la conversazione con la “figlia”, ha deciso di pubblicarlo, perchè, rovescia, in effetti, la teoria detta “del TPS”(*) secondo la quale il “filius italicus” diventava “filius bamboccionis” a causa della “mater italica” 

(*) Tommaso Padoa Schioppa

  

” . . . ma, accidenti, è grande per abitare fuori casa da sola . . . è grande per scegliere la scuola e il lavoro . . . è grande per scegliersi gli amici e il ragazzo! E’ grande persino per spendere i soldi come vuole . . . perchèé quando c’è da fare cose noiose, file e documenti . . . non è più grande?

Se a 17 anni, mi diceva, “Sono quai maggiorenne”, adesso, che cos’è? Che si trovi gli uffici a Roma, che faccia le file da sola, che si arrangi!”

Il pensiero non era scevro da affetto materno, come ci si aspetta da ogni buona “mater italica!

 

Relazione del Prof. A Dennyz dell’Università di Quark25

XXWZET 36° giorno dalla luna d’estate 2008

Annunci

18 thoughts on “Le vite degli altri . . . anno 3008

  1. Scusate i termini “scientifici” in latinorum . . . si è richiesta la presenza di una latinista esperta . . . che ce li controlla!

    Per la filia, filiorum, filiae . . .
    Contenta che tu ti diverta! :-))
    Ma, non dovevi studiare? 😉

    per ziaCris e Delphine,
    ero sicura che mi avreste capito!!! Cioè . . . avreste capito quella povera madre . . . studiata nel futuro! ;-)))

    A tutte, ciao, buonanotte! R

  2. però, una mamma che fa questi riferimenti cinematografici, cinfeli e cineforumcoli (no!! il cineforum, no!!!) alla figlia che studia cinema!!
    c’hai un bel coraggio. io vado in piscina con mio figlio e gli sto ad almeno quattro corsie di differenza, così non si accorge che mentre io ho fatto una vasca, lui ne ha già fatte tre!!!
    o forse se ne accorge ma è pietoso…….

  3. è stupendooooo e verissimo, anche se ho tanti anni più della tua bambina faccio anche io così!!! Passo al bar dove va mio papà, lo prendo per farmi aiutare a portar su la spesa, lo mando duemila volta a casa mia, gli affibbio le incombenze da grande!!!! ma sai cara Rosy, è pur sempre un modo per dimostrare l’affetto…. noi non vogliamo escludervi dalla nostra vita “da grandi” (mettiamola così)….

    baci baci

  4. 😉 un giorno capiranno anche loro!

    A me invece è il contrario: sono io che devo ricordare a papà quando deve passare dal ragioniere a prendere l’F24 da pagare, e puntualmente aspetta l’ultimo giorno per fare tutto…

  5. ehi , ci sono andata io a fare il 730 per me e lei, che poi mancavano i documenti è un’altra cosa ! quindi . . . sono grandeeeee! vedessi che bella figura faccio quando sono negli uffici tutta bella rivestita e con il mio bel plico di documenti in mano ! mi sento così . . . sofisticata , finalmente grande ! un saluto alla sorellina cosmopolita ! baci a tutti!

  6. Eheheh! Una mamma compassionevole che ci stira le camicie a noi figlie “grandi” è sempre una benedizione!
    Ciao, Cri (nell’insolito ruolo di figlia “grande”)

  7. Vedi che non sono “troppo buono”? È la pura verità. “Spigliata nello scrivere”, ironica quanto basta e colta. Tu cólta, intendo, e la figlia còlta [con le dita nella marmellata].
    Ciao. Ipo

  8. Sono divisa. Da una parte mi viene da dire che, purtroppo, prima o poi dovra’ farsi carico di tutte quelle rogne della vita dalle quali non si scappa, e allora che si godesse un po’ di “mamma-papa’ che ci pensano loro”. Dall’altra mi viene da pensare invece che e’ meglio si cominci ad abituare subito che nella vita ci stanno anche i documenti, le file, l’anagrafe e tante altre
    cosette e che e’ meglio sapersela cavare. Nell’attesa di definire il dilemma, coraggio mamma e altri famigliari che dovete fare tutto voi, sentendovi dire che LA STRESSATE!!!:o)))

  9. Se pure con la “rete LAN” che non mi fa collegare ad Internet col mio computer, stasera il figlio non c’è e io approfitto del su PC . . . per rispondere a tutti!
    Per Giorgetto,
    sorrido leggendo questo tuo commento . . . ma secondo te, questi figli, le loro “passioni” da chi le prendono? Non sono anche nel nostro DNA? E poi, converrai con me che fare una citazione è meno faticoso che fare una nuotata (tra l’altro io, arrivo solo dove “tocco” . . .;-)
    per cestodiciliegie,
    Vero :-)))
    Per Giovanna,
    Fa tutto parte dei ricordi della “mamma italica” o forse anche in giro per il mondo? Per i complimenti, grazie, grazie . . . ma non esageriamo, altrimenti mi monto la testa! 😉
    Per Ortensia,
    bé, se è per dimostrare affetto, allora . . . lo comunicheremo al Prof A Dennyz dell’Università di Quark25! ;-)))
    per Marta,
    ma anche tuo padre, si scoccia? E il latino? Andava bene? :-*
    per Sayuri,
    meno male che qualcuno di grande l’abbiamo! 🙂
    per Crosta,
    ok, in qualche caso . . . speciale!:-*
    per Ariela,
    grazie, grazie anche a te! Io ho riso, nello scriverlo . . . perchè, quel giorno, dopo aver finito la telefonata, mi è venuto in mente, che sembravano battute da telefilm! 😉
    per pierosky,
    ogni mamma, ha i suoi difetti . . . per le adozioni . . . ci si può pensare! 😉
    per Julia,
    un’altto complimento così, e aumento di due Kili . . . o mi cresce la “coda di pavone” . . . :-*
    per Ipo,
    grazie, ma basta complimenti . . . vedi risposta a Julia!
    Se va avanti così, la figlia mi toglie il saluto! 😉
    per Aleike,
    sono d’accordo . . ., ma era una conversazione così spassosa, già quando l’ho raccontata al “pater familiae” che non ho resistito . . . 😉
    A tutti, salutissimi, R

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...