Pittore, ti voglio parlare!

Seconda parte della saga . . . il Pittore di casa! 😉 Per l’inizio, leggi qui

Il mattino ha l’oro in bocca . . . si sa, e poi i cani vogliono uscire . . . alle 5,30 . . . Perciò, lui, mercoledì si alza, fa tutte le sue cose, e per quando mi “sveglio” io, lui è più sveglio di me! E appena finita la colazione, ricomincia da dove ha lasciato . . . io, spicciandomi a fare colazione (come da bambina quando mio padre ci incalzava, mio fratello ed io, perché lui doveva andare a lavorare e noi, ci infilava in chiesa, per la messa dello studente e poi, le suore, ci portavano a scuola!), mi lavo, mi preparo e do una mano, brontolando che la pittura è ancora bianca  . . . che, aveva detto che teneva un ritmo più lento . . . insomma, dopo un po’ mi accorgo di essere sulle orme di Santippe e lascio perdere, tanto ormai, con tutto già preparato e la pittura comprata . . . a caro prezzo, inutile recriminare! Anche perché lui (o per davvero o lo fa apposta), non mi sente, e continua il suo lavoro!

Le normali faccende domestiche, i panni, da lavare e da stendere, dribblando le cose che ingombrano il passaggio! Ed è subito ora di pranzo! Pranziamo in un clima di “cantiere”, ci manca giusto il cartello “stiamo lavorando per voi” . . .

Quando alla sera torno dal lavoro, il tavolo (cosiddetto) della sala, è ricoperto da tutte le cose che prima erano negli armadietti della cucina . . . i mobili ancora più in giro, un angolo del tavolino “della cucina” apparecchiato per due, e tutto intorno, fogli di giornale e scotch . . . scotch e fogli di giornale, è un po’ deprimente, ma, mi assicura l’Udmv, presto tutto tornerà alla normalità!

Essendo il secondo giorno, un po’ di doloretti si fanno sentire, anche perché, usa la scaletta, e quando si appoggia ai gradini, gli stinchi, ne subiscono le conseguenze . . . ci ha pensato un po’, e al fronte dei gradini ha appiccicato della gommapiuma, ma per i dolorino: una pastiglia e a letto!

Imbianchino

 

Giovedì, mi avverte che oggi, la cucina sarà impraticabile, perciò, mentre facciamo colazione e le altre cosette che si fanno al mattino . . . cuociamo il riso, per una doppia razione di “insalata di riso”. Poi, stacchiamo i “pensili” della cucina, che finiscono anche loro in garage . . . praticamente creando un percorso ad ostacoli per chi deve passare per andare in lavanderia, o nel sottoscala dove c’è il punto di raccolta differenziata della casa! (quanta roba di carta/vetro/plastica/latta e ferro, pile/roba elettronica si raccoglie in una famiglia di 3 persone, non lo potete credere!) . . .  cerco di trovare una sistemazione alle cose sul tavolo, per avere una sala con un aspetto meno da “day after”! Qualcosa sul tavolo appena fuori dalla porta che va in garage, qualcosa di sopra . . . qualcosa nei mobiletti della sala, ormai liberi da libri e chincaglieria . . . quello che ancora non ho capito è come ha fatto, ieri pomeriggio, da solo a spostare le due librerie, senza toccare un libro . . .?

Ispezione al muro della cucina, ricopre tutti i mobili di quotidiani, e alla mia domanda, risponde “ certo che non posso usare la scala, salirò sui mobili e lavorerò da lì” . . . ma, e, il lavandino?  “Va bene, ci metto sopra una tavola, così stai zitta” . . .

Di nuovo un pomeriggio al lavoro e questa volta alla sera, di sorprese non ce n’è molte . . . tutto ancora in disordine, ma d’altra parte, anche  prima della creazione, era il Caos . . . sono fiduciosa nell’Udmv!

Annunci

9 pensieri su “Pittore, ti voglio parlare!

  1. alle 5,30 i cani???
    Fossero miei mi trascinerebbero per strada tipo sacco di patate ancora avvolto nelle coperte!!

    Senti ma …i pensili della cucina di che tipo sono? Sai com’è, tra un mobilificio e l’altro ci stiamo facendo una cultura! 😉

  2. Marta,
    qui, in collina, quasi aperta campagna . . . i cani escono soli! Basta aprirgli la porta! 😉
    I pensili, sono di tipo “buono” resistenti a tre traslochi, tre figli e 29 anni di lavoro! 😉
    Un pochino rovinati sugli angoli, gli sportelli . . .!
    Ma sfido chiunque, dopo 29 anni di duro lavoro! 😉
    Ciao, R

  3. io ho provato a ridipingere i muri salendo e scendendo dalla scala, alla fine non ti senti più le gambe! Ora noi usiamo la prolunga e facciamo tutto da terra tranne qualche dettaglio :))

    sì è un terremoto per la casa!!!

  4. Per Pupanna,
    vedo che mi capisci! 😉
    Per ZiaCris,
    anche tu! 😉
    Per Factum,
    Niente angioletti, né neri, né bianchi . . . solo pareti candide . . . da far male gli occhi!!! 😉
    Ciao a tutti, R

  5. E vabbé, ma tutti questi richiami alle anzoni di Fausto Leali, come la mettiamo?
    Voglio i diritti d’autore!
    Un abraccio al marito, che lavora per voi nonostante tutto !!!

  6. Per Fausto Leali,
    Facciamo a pari con quelli per la foto! ;-)))
    Per Latendarossa,
    guarda, che la sua parte l’ha finita, ieri . . . ma io lo penso sempre, adesso devo riordinare tutto il resto, lui, ha rimesso solo le tende! 😉
    Ciao, R

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...