Caro Diario 2 . . . fine/inzio anno!

Caro Diario,
c
ome saprai, non tutto il mondo festeggia l’inizio d’anno durante lo stesso periodo! Ma è poi così importante???
Per noi italiani, Europei e per una sacco di gente nel mondo (quelli che comunemente vengono chiamati "Occidentali", rispetto a cosa, non l’ho ancora capito!), l’anno ha la scansione di 12 mesi, con inizio al 1° gennaio, a questo ci siamo arrivati gradualmente. Per gli antichi Romani, infatti, l’anno iniziava col mese di Marzo.
Noi, adesso, festeggiamo il primo dell’anno in base al calendario che ci viene dalla riforma di Papa Gregorio XIII, quella, che ad un certo punto, fece addormentare la gente alla sera del 5 ottobre e la fece risvegliare la mattina del 15 ottobre, tutto in una notte! Fu una riforma  approvata dai matematici di tutta l’Europa. Ma, pensa, per questioni di principio, all’inizio fu rifiutata da molti Stati, soppratutto quelli a maggioranza protestante, solo perchè provveniva da Roma, e dal Papa! Così in Germania e nei Paesi Bassi venne adottata soltano nel 1700, in Gran Bretagna addirittura nel 1752, m’immagino che confusione nelle date delle lettere, o per mandarsi gli auguri di compleanno, se, per esempio uno aveva cugini in giro per l’Europa! 

E dopo questa dotta spiegazione del perchè l’altro ieri e ieri tutti si sono dati a festeggiare, con botti, pranzi e brindisi il nuovo anno . . . ti racconto, caro Diario, come abbiamo festeggiato noi, qui, sulla collina che guarda la Costa.
Dopo varie tira e molla, su quanti eravamo alla cena dell’Ultimo giorno del 2008, ci siamo trovati in quattro, padre, madre e i due figli piccoli, abbiamo gustato pochi antipasti semplici, ma gustosi . . . abbiamo abbondato con i primi, addirittura due! Ravioli in brodo e pasta con sugo allo scoglio (che io come tu sai, non amo e perciò, ho lasciato mangiare a loro), una pentolaccia di scampi, da aprire e intingere in una deliziosa salsetta "aurora" (gli scampi, gentilmente offerti dal moroso della figlia grande) e poi, frutta . . . come tradizione di casa, "datteri, crema di mascarpone e noci", ma rivisitata dalla figlia piccola, cioè, invece di star lì e aprire i datteri, metterci la crema, e poi la noce, li ha presentati divisi, come usa adesso! Quando abbiamo finito era ormai un bel po’ tardi, siamo passati al panettone e al fristingo, innaffiati da una bottiglia di buon Moscato naturale d’Asti, (regalo di un carissimo amico-bloger!), il figlio è uscito per unirsi ad un gruppo di amici/amiche e passare la notte a cavallo fra i due anni, in allegra compagnia, noi tre, abbiamo fatto qualche partitella a carte, fino allo scoccare della mezzanotte, e dopo un nuovo brindisi, io sono rimasta a fare la vestale del telefono, e a rassicurare i cani, l’Udmv, e la "bimba" sono saliti di sopra, da dove hanno potuto godersi la vista dei fuochi di tutti i vicini, e quelli della Città sulla Costa! A gratis!

La mattina del 1°, come tradizione famigliare, ha visto arrivare, per un pranzo in compagnia, tutti miei fratelli e famiglie . . . eccoti il menù:
Antipasti:  spuma di prosciutto (dalla Cognata Piccola), crocchette di patate (anche se dovevano essere per il secondo dei bambini . . .), salsicce varie e un po’ di salmone affumicato (da parte della Cognata Grande), insalata russa, preparta da noi!
A seguire, una bella polenta per accompagnare un po’ di zampone e tante lenticchie, ma sopratutto, il brasato . . . a cui tutti, quelli sul tavolo dei grandi, hanno fatto onore!  lo Zampone è stato un po’ snobbato! Vino bianco e rosso a profusione!
Per chiudere, marron glassée (Cognata Grande), salame dolce (Cognata Piccola)  e frutta. Spumante, per i grandi, con i piccoli che ormai, da un po’ avevano disertato la tavola . . . Caffè nelle solite tazzine spaiate, ricordandosi che la Cognata Piccola vuole "quella con i disegni cinesi"

Sai, caro Diario, la prossima festa l’Udmv, ha deciso che serve solo acqua o al più quelle bibite dolciastre  nere o arancioni . . . e con le bollicine, tanto vituperate dal Sig. Bigazzi . . . in quanto, dopo un uso abbastanza moderato delgli alcolici presenti a tavola, si è passati allo spumante, e pian piano al resto! I fratelli maschi, il Cognato e la Cognata Grande, si sono messi a chiacchierare . . . e presto a discutere, sull’uso politicamente corretto di alcune parole, su razzismo, classismo ecc ecc, fino a che, il Cognato non ha preso la chitarra e ha iniziato a cantare la "Genesi" di Guccini . . . pausa, e per tutti un coro . . . poi, (forse, causa sbronza triste) ha continuato con "canzone per un’amica" e a seguire "il bambino nel vento" . . . io cercavo di proporre le amate canzoni deli alpini, ma non demordevano, avanti con "il pescatore" di De André, finchè la Sorella ha proposto: "non possiamo parlare di poitica? Così gli uomini di nuovo si mettono a discutere e la finiamo con queste lagne!" . . . Finalmente hanno capito l’antifona, e il figlio ha recuperato i bonghi e l’armonica, e con la chitarra si sono lanciati in una serie di "musica" inventata, per poi passare alle canzoni da "fuoco di bivacco" . . . quelle degli alpine, sempre scartate!
Un po’ di confusione l’hanno prodota i piccoletti, tutti intenti a "spararsi" addosso con le pistole giocattolo, sono riusciti a smontarle, per cui, pausa per il rimontaggio delle armi (notare che, chi più chi meno i genitori sono per la non violenza, ma i bambini, hanno chiesto espressamente per regalo "una pistola" e sono stati accontentati). E qualche muso lungo, le ragazze, per i ben noti problemi dell’età . . . risolto il tutto con una divisione di spazi, per i maschi la cameretta e il Pc del cugino . . . per le ragazze, un film musicale sul Pc, nella camera della cugina! I grandi sempre, tra un bicchierino e l’altro, in sala . . . tra canzoni e discussioni!
C’è stata una visita lampo della figlia grande, con le immancabili chiacchere con le zie, la foto di rito, per me, di tutti e tre i figli! (sono una mamma italiana, li voglio tutti e tre nel portafoglio), baci e abbracci e poi e riscappata via!
Tra una fette di panettone e l’altra, c’è stata bene una tazza di té, per noi "ragazze", pausa con le canzoni, e gli uomini hanno ripreso a discutere, loro non hanno bevuto il té, loro andavano a Rum . . . e più il Rum scendeva, più le voci si alzavano!!! E siamo arrivati agli argomenti che non bisognerebbe mai toccare intorno ad un tavolo . . . religione (o meglio gerarchie ecclesiastiche) e politica (o meglio, politici)! Quando sembrava che la situazione fosse compromessa, e fosse auspicabile l’intervento dei caschi blu . . . è arrivata una telefonata per il Fratello grande . . . la cui presenza, non disgiunta da quella della consorte e della famiglia era richiesta in un altra festa, una festa tra amici . . . A questo punto, tutti si sono accorti che erano ormai quasi le sette di sera, e raccolti i figli, i cappotti e le borse, sono partiti, lasciando sul campo di battaglia, tutti gli avanzi . . . con la giustificazione che "da domani, sto a dieta" . . . anch’io vorrei essere a dieta, ma, mica posso buttare gli avanzi, bon, la dieta la inizio dopo la Befana, ho calcolato che fino ad allora mi basterà comprare solo pane e latte!

Per le notizie riguardo al Calendario, sono andata a rileggermi il libro omonimo, di Alfredo Cattabiani, un libro molto interessante!

Annunci

13 thoughts on “Caro Diario 2 . . . fine/inzio anno!

  1. Cronaca di una fine e di un principio di anno davvero movimentata. A me il 2009 mi ha incontrata mentre brindavo da sola(fisicamente) ,ma con nel cuore una marea di persone a cui voglio bene. In primis mio figlio che stava lavorando all’Enoteca dove si svolgeva un cenone nel cui importo era compresa la colazione. Nella piazzetta sotto casa i soliti “imbecilli” hanno piazzato una bomba carta che ha danneggiato le aiuole-panchine oltre aver fatto sussultare il palazzo intero.
    Nonostante ciò ero felice. Qualche augurio nel Web e nanna.
    Al mattino sveglia e pimpante sono andata a Messa e a pranzo da mia sorella. :-)) La dieta è già cominciata perchè in questi giorni ho fatto solo un pasto. Niente cena se non un frutto.
    Benvenuto 2009, che sia da vivere ogni giorno nella pace e serenità.
    Un abbraccio cara Fiore e auguri ancora.
    diggiu

  2. Gli imbecilli con i botti ci sono stati anche qui, ma, prediligono le piazze e le vie del centro, qua da me, quasi campagna, solo fuochi regolari, e ogni anno sempre meno! 😉
    La festa del primo dell’anno, in famiglia, è una lunga tradizione . . . e più o meno si svolge così . . .se si riesce a incanalare quei tre, più polemici, verso qualche gioco o i canti, va bene, se parte la discussione, un po’ meno! Ma nel complesso,è bello stare insieme! 🙂
    Ciao, R

  3. Sembra la cronaca di un fine anno con i miei parenti, così era soprattutto prima della diaspora, ovvero prima che cominciassero i fidanzamenti ed i matrimoni tra noi cugini.
    Da allora è più difficile che ci si ritrovi tutti (siamo più di 30) ma è comunque bello rivedersi, soprattutto con chi abita più lontano (e noi siamo tra quelli).
    Speriamo che questo 2009 sia un buon anno, che ci porti tante cose belle e tanta serenità.
    Con quella, la salute ed un lavoro saldo, tutto il resto passa quasi in secondo piano.
    ciaoooooooooooo

  4. Per ziaCris,
    pensi che sia perchè tutti si mettono a dieta, perchè ci sono gli avanzi da finire o per la crisi economica??? 🙂
    Per Luke,
    Anche noi siamo della “diaspora”, (e ieri eravamo in 16) . . . quando arriva qualche parente, è una fiera!!! 😉
    Così come quando noi veniamo sù!
    Un allegra banda di matti! 😉
    Non mi destabilizzare, mi ci è voluto un paio di minuti per capire chi eri! 😉
    Ciao a tutti e due! R

  5. ma sei matta? la prima giornata dell’anno cominciata a cantare guccini ??!!!
    e il due che fai? il ballo in fa diesis minore di branduardi? sabato il requiem e domenica ….
    io piuttosto preferirei cominciare l’anno chattando con una amica su fb

  6. Per G2r,
    Il cognato è lìunico che sa suonare la chitarra, se è in luna buona, suona canzoni a richiesta, se no . . . suona quello che vuole lui e quando va davvero male, suona e basta, ma non musica di canzoni! E a noi, ci tocca aspettare che gli passi! 😉
    Certo, avere degli amici con cui chattare, il primo dell’anno, è di buon auspicio, io ne ho avuti ben 2 . . .! 🙂

    Ciao, R

  7. E invece io dico VIVA GUCCINI!
    E anche i caschi blu, cosa che mi ha fatto molto ridere….
    Io ormai non riesco piu’ a festeggiare il primo dell’anno, il 31 mi uccide, mi sveglio sempre rintontita, con il mal di testa e un senso di overdose da cibo. E invece e’ carino fare un pranzo di famiglia come te.:o)))

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...