Due parole e poi, silenzio!

E’ un argomento che non avrei voluto trattare, datemi pure della vigliacca, ma mi addolora ogni volta che ci penso . . . ne ho già parlato altre volte! L’ultima volta  era agosto .

Poi ho trovato un bel po’ di blog che ne parlavano, chi pro, chi contro!
E sul "Corriere della sera", ho trovato un articolo che, non si può dire, da "bizzocco" (*), anzi!
Se volete leggerlo,
fate clik!

Ho trovato anche un bel video, ideato, girato e prodotto in Spagna. La Spagna di Zapatero, la Spagna moderna, la Spagna che se ne frega del Vaticano! In Spagna, qualcuno la pensa diversamente! Guardatelo, è interessante! Come si dice in latino ???  "Castigat ridendo mores".

Sia chiaro ognuno si regola come vuole, io non obbligo nessuno a pensarla come me!
Però, posso soffrire per Eluana, come per i tanti morti sul lavoro, come per i tanti morti sulla strada, come per i tanti bambini che soffrono negli ospedali???

E adesso, silenzio e, da parte mia, una preghiera, per Eluana, per i suoi genitori!  

DSCF5688

(*) Bizzoco = forma dialettale, della Città sulla Costa, per indicare una persona bigotta

Annunci

6 pensieri su “Due parole e poi, silenzio!

  1. «La vita è importante anche quando è inerme e indifesa. Fosse mio figlio mi basterebbe un battito di ciglio»
    faccio mia la frase di Jannacci.
    E’ quello che penso. Prego per la famiglia Englaro e non mi azzardo a esprimere un giudizio. E’ una cosa troppo delicata e intima.
    Un abbraccio Fiore, di vero cuore.
    diggiu

  2. Certo che puoi, ne hai tutto il diritto, così come ce l’ha chi si appella al diritto alla vita e chi invece rivendica la necessità di una legislazione chiara sul testamento biologico. Purtroppo chi invece dovrebbe stare zitto proprio non ci riesce…
    Un abbraccio 🙂

  3. Ecco, vedi cosa ti distingue dagli urlatori? Ti distingue la pietas e il silenzio che loro dovrebbero osservare, puoi dare una grande lezione a tutti quelli malati di protagonismo in questo frangente. Non è detto che, visto e considerato che tu la pensi in maniera diversa da me, tu debba per forza tacere, ma c’è maniera e maniera di dire le cose. Le maniere dei nostri governanati sono completamente sbagliate

  4. Vedi il vero dramma è non poter scegliere.
    Ho vissuto la morte di mio padre in casa, malato terminale con un tumore ai polmoni, nelle 4 mura di casa ho potuto rispettare la sua volontà e la sua dignità.
    Ma il coma è diverso senza nulla di scritto la persona non può far valere il diritto di scegliere, una legge è urgente e importante proprio per dare a tutti la possibilità
    di decidere il proprio destino, anche quello di una “non vita” ad ogni costo.

  5. Mi associo alla preghiera per Eluana, per i suoi genitori distrutti e sfiniti in tutti questi anni dal dolore e verso chi ha ancora speranza, su di un letto di ospedale affinché un donatore di organi possa donare vita a chi può ancora viverla pienamente.

    Saluts
    Superfly

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...