E' un paese di vecchi?

Tempo fa, leggevo questo post, e pensavo che sì, in effetti, in Italia i vecchi contano e molto (che tra l’altro, la soglia per essere considerati "vecchi" si sposta in là ogni anno, e tra un po’ mia zia, prossima ai 101 anni, verrà considerata un’arzilla signora di "una certa età")


Non è mia zia . . .

Nella mia eterna, sicura, visione ottimistica della vita, il secondo posto nell’italica classifica delle categorie "speciali", l’avevano i bambini . . . diamine, si sa, i bambini "sono il futuro dell’Umanità!".

Ebbene, una mattina di settimana scorsa, mi sono dovuta ricredere, non ho notizie dei vecchi, ma ho sentito, in TV, una notizia sconfortante sui bambini che frequentano un’asilo di Stradella, piccolo comune in provincia di Pavia, ai quali un Giudice (di Pace), ha consentito di giocare in cortile, ma in silenzio, e pochi alla volta, perchè i "rumori" prodotti durante il gioco, disturbano i vicini. Questi vicini certo, non si ricordano più dei loro verdi anni o pensano di vivere in un asettico mondo nuovo?

Può darsi che sbagli qualcosa, perchè, benchè fossi sveglia, ero ancora a coccolarmi quel residuo di sonno, nel letto . . . e così, vi passo le notizie che ho trovato qua e . . . la notizia e di mese scorso, magari, nel frattempo, asilo chiuso, bambini al mare, le cose andranno meglio . . . no, perchè anche al mare ci sono dei nuovi divieti: ai baby bagnanti della Versilia è stato proibito di raccogliere sassi e conchiglie (ho ancora nel cassetto del comò una collana fatta con le conchiglie, pezzi di cannuccia, e spago, fatta dai figli, con la supervisione del nonno durante un’estate di qualche anno fa!) e di costruire castelli di sabbia sulla spiaggia "che rechino disturbo ai passanti" (sulle buche in spiaggia, tra cui i fossati dei castelli, ricordo che all’epoca, quando i miei figli erano piccoli, passava il bagnino e ricordava a genitori e figli che le buche, andavano ricoperte, se lasciate incustodite, altrimenti potevano essere pericolose per i passanti . . . buon senso applicato, bagnini vigilanti, ante "Baywatch")

                                                   

Sarà che vedo intorno a me tanti nuovi bimbi, tra quelli in carrozzella e quelli ancora nelle pance delle future mamme, ma spererei che la gente si ricordasse che, uno dei diritti del bambino, sanciti dalla "Carta dei diritti dell’Infanzia" recita:
"Il bambino ha il diritto di giocare, di riposarsi e di svagarsi. Gli Stati devono garantire a tutti questo diritto"

Annunci

11 thoughts on “E' un paese di vecchi?

  1. Sono sveglia anch’io causa temporale e così sono arrivata curiosa fin qui.
    Verissimo quel che dici, inutile dirlo.
    Ma toccato il fondo, si ritorna a galla.
    Non può andare avanti così: sguinzagliamo le novelle madri, poi godiamoci lo spettacolo di come conciano per le feste questi signori ^___^

  2. veramente la collana ha anche una catena d’oro . . .e i signori che fanno queste leggi del piffero dovrebbero ricordarsi della loro infanzia . . . se ne hanno avuta una !la nr.1

  3. No comment, cara Fiore!
    Una società che non rispetta l’infanzia e la vecchiaia è arrivata agli sgoccioli. Una normale conseguenza di come il Mondo considera la Vita. Ma questa è tutta un’altra storia!
    Un appello:” NONNI E NIPOTI UNITEVI

  4. Quanta tristezza nel voler imporre il silenzio ai bambini. E che ne facciamo allora di questa nonna che tutti i pomeriggi intrattiene i bambini in piazzetta, cantando,giocando, disegnando e ridendo? Ti possogarantire che è mille volte meglio il chiasso dei bambini, che le urla belluine dei vecchi al centro anziani che giocano a boce, dicono parolacce e a volte bestemmie. La prima volta che mia nipote ripeterà una bestemmia sentita da loro, vado in comune e mi sentono…se riesco gli faccio imporre le ore del silenzio

  5. Per Flg,
    leggendo i blog delle nuove madri, e conoscendone alcune, ho speranze! 😉
    Per la nà 1,
    rimembravo un pezzo di catenina, d’oro di Bologna! 😛
    Per Diggiu,
    giusto, nonni e nipoti, uniti, come è giusto! 🙂
    Per ZiaCris,
    mica tutte le nonne, sono barbose, ecco la nostra nonna sprint! Vai in comune, noi ti appoggiamo! 😉
    Per Simone,
    speriamo che i giudici non mettano loro il bavaglio invece che il bavaglino! 😉

    Ciao a tutti, R

  6. E’ che la piramide delle età della nostra società ha subito un’inversione. Di solito la piramide ha una base larga (i bambini) e si restringe man mano che si sale (i vecchi). La nostra è una piramide rovesciata, a testa in giù.

  7. Per LaTendaRossa,
    spero in un’inversione di questa piramide, come dovrebbe essere, come dici tu, è più stabile, ma se i giudici si mettono in mezzo . . . ho letto un libro, su un futuro dove i giovani sono “contingentati” e solo per certi lavori, allucinante! 😉
    Per Chicca,
    d’accordo con te . . . davvero triste! 🙂
    Ciao, R

  8. Non sono esperta nel campo, ma così, a naso, da tutta questa infanzia repressa cosa potrà mai venire fuori?
    Una generazione di alienati? Di persone distruttive per reazione? Di sicuro niente di buono per l’umanità.

  9. I vicini che hanno piantato la grana all’asilo non sono dei vecchi, ma degli adulti, hanno un bambino anche loro.
    Il problema, nr. 1, è che quelli che “fanno queste leggi” o prendono di queste decisioni, la loro infanzia non la possono ricordare, perché la stanno ancora vivendo…

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...