Oggi, mercoldì delle Ceneri

Oggi, mercoldì delle ceneri, volevo iniziare la Quaresima con un fioretto, darvi l’arrivederci a Pasqua, poi, ho sentito il Vangelo del giorno:
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli.
Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipòcriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando pregate, non siate simili agli ipòcriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipòcriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profùmati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».

Matteo 6,1-6.16-18

E ho scelto un’altro fioretto . . .

 

Come riflessione e come indirizzo per questo cammino fino a Pasqua, ho letto che "Sant’Agostino sintetizzava il programma quaresimale ricorrendo a tre verbi: Passiamo, Patiamo, Pasciamo. così spiegati: Passiamo dal peccato alla grazia. Patiamo con Cristo nella Sua Passione e morte. Nutriamoci del Signore nell’adorazione di Lui e nel servizio ai Suoi e nostri fratelli.
Mentre, San Benedetto da Norcia suggeriva di fare "un di più": purificazione del cuore, preghiere, opere di bene . . . e un "di meno": sottrarre dal ritmo quotidiano le cose non necessarie. (Sergio Gaspari, smm)
 
Annunci

3 thoughts on “Oggi, mercoldì delle Ceneri

  1. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
    In effetti è vero, la preghiera di cui parla il Signore, tramite Matteo, non è quella parolaia ma quella del cuore. La camera che dobbiamo aprire, per entrare in relazione con Lui, è proprio il nostro cuore, la cui maniglia è all’interno.
    Ti auguro che in questo cammino quaresimale tu possa aumentare lo spazio del tuo cuore togliendo le incrostazioni della nostra fragilità di creature
    Ciao.
    diggiu

  2. Quest’anno ho sentito forte il richiamo alla preghiera del cuore, che il Signore mi conceda di poterlo realizzare; senza fare schemi che poi scopro sempre che riesco a malapena a non mangiare cioccolata per qualche giorno….

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...