Anche quest’anno: Vigilia di Natale

 

Antipasti

Alla fine ce l’abbiamo fatta . . . anche per quest’anno siamo sopravvissuti al trittico delle feste di Natale!

In questi giorni abbiamo incontrato un cliente dell’Uomodellamiavita e nel parlare del Natale in arrivo ci ha chiesto: “Voi siete di quelli che festeggiano la Vigilia o Natale?”, ridendo abbiamo risposto: “Noi siamo di quelli che . . . Vigilia, Natale e anche Santo Stefano!”, che ridere la faccia che ha fatto quando ci ha augurato Buone Feste!

Non ci sono molte foto, ma qualcosa vi farò vedere . . . il menù per la Vigilia, alla fine era:

Crostini con Anciove al verd

Cocktail di Scampi

Insalata di Arance e Finocchi

 Crepes con Ricotta e Radicchio rosso 

Crepes con Ricotta  e Bietoline

Crepes ripiene

 Polenta taragna e Indivia belga

con mousse di formaggi

Polenta taragna - indivia belga - mousse di formaggi

 Frutta

Dolci di Natale

 Rosso Piceno Superiore

Rosso Piceno Superiore Novello

Spumante Italiano

Arrivata col fiatone all’appuntamento con la cucina sabato, dopo che giovedì mattina: PiccoloLord; al pomeriggio: vari impegni e spesa; venerdì mattina: Piccololord; al pomeriggio : ancora spese. Ma anche sabato mattina, la FigliaPiccola e il Figlio, sono fuori, per gli ultimi acquisti. L’Udmv e io, impegnati a sbarazzare la sala/entrata/cucina delle cose che non servono, riordino, pulizia e organizzazione (senza dimenticarsi che, sabato e festivi si fanno le lavatrici, per via della tariffa bioraria . . . caos ovunque, in pratica!
Insomma, preparate nelle loro belle vaschettine le acciughe con bagnetto verde “Anciove al verd , impacchettate e recapitate come regalo alle cognate (dai Figli e dall’Udmv), era ora di pranzo . . . e qui non si sgarra, in ritardo, ma abbiamo avuto, pasta al sugo e carne con verdura, frutta e poi . . . aspettare il rientro dei figli!
Insomma siamo arrivati alle 18.30 quando è arrivata in stazione la Morosa del Figlio che eravamo ancora in alto mare, con l’Udmv che stava approntando l’albero e la FigliaPiccola tirava fuori le statuine del Presepe . . . quando è arrivato il Figlio con la Morosa, abbiamo messo al lavoro anche loro . . . alla fine, siamo riusciti a metterci a tavola un po’ più tardi del solito e ci siamo gustati tutto, sebbene il Figlio si sia lamentato delle porzioni troppo misere (secondo lui) e del fatto che, sempre secondo lui, nell’imbottitura delle crepes, oltre alla ricotta e le verdure, ci sarebbe stata bene un po’ di pancetta rosolata . . . È piaciuta molto la polenta taragna con l’indivia belga e la mousse di formaggi (per la sua preparazione mi sono ispirata a questa ricetta) .
Abbiamo rimandato i dolci al giorno dopo, visto che eravamo già sazi!

Ci siamo scambiati i regali intorno alla mezzanottee per fortuna il regalo che ho fatto alla Morosa del Figlio è piaciuto! E a me, è piaciuto il suo!

6 pensieri su “Anche quest’anno: Vigilia di Natale

  1. Davvero un tour de force! Il mio è stato più soft.
    Mia sorella non ha voluto che l’aiutassi a prepare i calamari in forno e nemmeno il risotto mare/monti. Quindi sono arrivata per aiutarla a preparare la tavola. Io felicissima per avere anche Guido a tavola tra i commensali. Questo succede due o tre volte l’anno 😦 , sob!
    La serata è scorsa via liscia in piacevole ciacolare con gli altri per poi finire con lo scambio dei pensierini. Quest’anno cose utili e cibarie- Ai ragazzi soldini e mio figlio mi ha regalato un libro. La serata si è conclusa con la messa di mezzanotte a Montecasale. Una gran bella fine della vigilia e inizio della Festa del Natale. I tuoi piatti fanno venire l’acquolina in bocca! 🙂

    1. Qua è sempre un tour de force nelle feste importanti . . . adesso sono molti meno i giorni in cui riusciamo a trovarci tutti insieme . . . e almeno i nipoti sono tutti grandi, un tempo (qualche anno fa) dovevo preparare due cucine, uan per i “grandi” e una per i “piccoli”! 😉

      Ciao, Fior

    1. Pensa che sono piaciuti tantissimo a tutti . . . una cognata si è lamentata che (secondo lei) c’era troppo prezzemolo . . . il Figlio le ha detto che a lui piace anche solo il “verde” spalmato sul pane! 🙂

      Anche io ricordo di averli mangiati anni e anni fa! Antenati (quasi) comuni! 😉

      Ciao, Fior

  2. Un bel menu appetitoso e invitante!!
    Noi, invece, siamo del ‘partito’ che festeggia il giorno di Natale (la vigilia si va da mammà per un caffè e una fetta del suo famoso zelten), con grande pranzo di famiglia (la mia d’origine).
    Santo Stefano è tradizionalmente dedicato al riposo del guerriero, ops, del cuoco (il consorte) e al pasto leggero…

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...