PiccoloLord al traguardo dei 3 anni

Sapete. Oggi è il 3° Compleanno del PiccoloLord . . . ma io, che sono la sua nonna, non riesco a decidere come scriverlo in questo blog … 
Ho iniziato già 3 volte, in modi diversi, e ogni volta mi sembrava troppo melenso, troppo insipido, troppo banale …
Tra l’altro, oggi pomeriggio è dedicato al suo papà . . . per cui, mattina all’asilo, pranzo presto, pomeriggio dal papà . . . poco spazio per i festeggiamenti! 🙂

Eppure, sono la nonna, gli voglio bene e lui mi vuole bene e me lo dimostra con grandi sorrisi, siamo tutti e due restii ai troppi abbracci e anche quando passeggiamo insieme nel prato o in cortile e sulla stradella che porta del cortile alla strada non ci diamo mai la mano, ma ci basta una parola, mia, e un sorriso, suo, per capirci. 


Certo, lui con gli attrezzi di Manny Tuttofare, che si porta a spasso per casa nella loro cassetta, sta cercando di smontare questa traballante scrivania (che poi, chiamarla scrivania è addirittura troppo), ci prova con il cacciavite a croce e con quello piatto, poi prende la chiave inglese e addirittura cerca di segarne i pezzi con Dente, la sega . . . ci si mette d’impegno, ma non conclude niente, per ora. 

È vero, mi obbliga a guardare un sacco di volte “la carica dei 101″, ma, alla fine, l’ho vista quasi altrettante volte da quando il film è uscito, con i mie genitori, con i fratelli e i cugini e poi ancora con i figli e i figli dei mie fratelli e ancora e ancora, posso ben vederla ancora qualche volta. Con lui ho conosciuto anche nuovi cartoni animati: la Peppa Pig, che ha messo in crisi le mie convinzioni sulla superiorità delle sorelle maggiori, i Tenerotti, la Pimpa e i Pirati dell’isola che non c’è . . . e poi, Timmy e molti altri che non mi ricordo.

Si sveglia ridendo e gioiosamente vive la giornata, vivace e attivo, curioso e sperimentatore . . . un po’ di “teatrino” quando è ora della nanna, ma casca presto fra le braccia di Morfeo e tira dritto tutta la notte (sono passati i numerosi risvegli, sono finiti i pianti senza motivo). Ricarica le batterie per il nuovo giorno.

Insomma, 3 anni di bambino, un bambino come tanti, in una città come tante . . . per me è un bambino speciale e appena arriva, un bacione per guancia e poi gli tirerò le orecchie . . . e poi lo affiderò al suo Angelo Custode, che è uno di quelli che ha un bel daffare.

Poi, penserò a cosa scrivere per questo Compleanno. 

Annunci

16 thoughts on “PiccoloLord al traguardo dei 3 anni

  1. E voi fate come il calendario fà con le feste infrasettimanali. Spostate il festeggiamento, doveroso per un ometto di tre anni, alla domenica! 🙂 Tu, nonna Fiore, sei la persona che comprende meglio questo “monello” in erba e posso immaginare il tuo cuore, che, se non è cambiato, è più grande di te. Auguri ancora al Piccolo Lord e tanta gioia! Questa non basta mai, specie nella tua grande famiglia! 😉

    • Sì, noi usufruiremo del sabato pomeriggio/sera . . . con i ragazzi liberi da impegni scolastici, buona parte dei grandi liberi da impegni lavorativi . . . e con un Ps quando torna la zia, impegnata, come capita, per lavoro lontana da casa! 🙂

      Ciao, Fior

  2. Tanti auguri! Qui in America direbbero che è entrato nei “terrible threes”, ovvero nell’età in cui i bimbi diventano davvero terribili 🙂 Buona fortuna eheh

    • Decisamente terribili, ha già delle idee ben chiare di quello che vuole fare e di quello che non . . . e malgrado non parli, fa capire la sua contrarietà, mette le mani conserte, gira la testa e esclama “oh!”, che da qualche giorno è diventato “boh!” e fa la faccia brutta. Mentre quando qualcosa ottiene il suo benestare, è con un gran sorriso che ce lo fa capire! 🙂

      Grazie, Fior

  3. Anche da me Peppa Pig è di casa e cosi’ pure Manny con i suoi attrezzi, molto utilizzati dal nipotino di quasi quattro anni e molto (invano) desiderati dalla sorellina di quasi un anno. TRE ANNI sono una tappa importante, ormai PiccoloLord è uno scolaro e sta diventando un vero ometto. Da me e dai miei nipotini un GRANDE AUGURIO di BUON COMPLEANNO!.
    Baci al nipotino e a te un caro saluto da nonna Rita

    • Vero, che anche quando sono sul letto sono ancora attivi . . . il mio, ieri sera, dopo un po’ che la mamma cercava di convincerlo a dormire è arrivato sul lettone, con la luce della mia “abatjour”, ci dedichiamo a 10 minuti di “ombre cinesi”, per ora solo la papera e il cane, con lui che imita la papera . . . ma dovrò trovare altri animali, non posso passare la vita a fare “qua qua” e “bau bau”! 🙂

      Ciao, Fior

  4. Augurissimi al PiccoloLord!
    A te ed alla tua tenerezza di nonna va il mio abbraccio forte forte. Te lo meriti perchè fare la nonna oggi non è un mestiere facile e se ci si mettono di mezzo le stupidità degli adulti è ancora peggio.
    Sai bene quanto ti invidio (affettuosamente) quel meraviglioso nipote!

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...