XXX Domenica del tempo ordinario

Dal Vangelo secondo Marco (10,46-52)

In quel tempo, mentre Gesù partiva da Gèrico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!».
Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!».
Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù.
Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.

Un po’ ruffiano, certamente, come tutti quelli che per sbarcare il lunario dipendono dall’umore del donatore. Che cosa sappia veramente di Gesù il povero Bartimeo è un mistero, ma deve avere fiutato quell’atmosfera di regalità che attornia Gesù di Nazaret e che di lì a poco proromperà nel grido entusiasta di quelli che lo accompagnano nel suo ingresso solenne in Gerusalemme: “Osanna! Benedetto il Regno che viene del nostro padre Davide!” (Mc 11,9-10). E allora perché stupirsi che il mendicante cieco si rivolga al celebre maestro con il titolo di “Figlio di Davide”? E sembra che l’espediente funzioni, perché anche la donna siro-fenicia in Mt 15,22 ottiene la guarigione della figlia malata invocandolo in quel modo!
Ma in realtà, non è questione di formule, è questione di cuore. Ognuno si esprime come può, come sa, come crede. Mi riesce difficile pensare che una supplica al Cielo sia rispedita al mittente per un errore nell’intestazione… Ed è bello scoprire che anche nel vangelo la gente arriva a scoprire Gesù per gradi: per Bartimeo, sulla strada della gloria, Gesù è il Figlio di Davide; per il centurione, dopo la via del Calvario, Gesù è il Figlio di Dio.
Dipende anche da dove lo incontri.
La mia strada, per esempio,…

Annunci

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...