XXXII Domenica del tempo ordinario

Dal Vangelo secondo Marco (12,38-44)

In quel tempo, Gesù [nel tempio] diceva alla folla nel suo insegnamento: «Guardatevi dagli scribi, che amano passeggiare in lunghe vesti, ricevere saluti nelle piazze, avere i primi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei banchetti. Divorano le case delle vedove e pregano a lungo per farsi vedere. Essi riceveranno una condanna più severa».
Seduto di fronte al tesoro, osservava come la folla vi gettava monete. Tanti ricchi ne gettavano molte. Ma, venuta una vedova povera, vi gettò due monetine, che fanno un soldo.
Allora, chiamati a sé i suoi discepoli, disse loro: «In verità io vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri. Tutti infatti hanno gettato parte del loro superfluo. Lei invece, nella sua miseria, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere».

C’è una sproporzione enorme tra il valore oggettivo
e quello soggettivo dell’offerta della vedova.
Ciò che è insignificante per l’economia del tempio non lo è per il suo salvadanaio…
E questo ci insegna che è azzardato (oltre che ingiusto) quantificare l’offerta degli altri, sia in denaro che in qualsiasi altra forma. San Gerolamo ci ricorda che nell’ottica di Dio “le offerte non vengono valutate secondo il loro peso, ma secondo la buona volontà di chi le fa”. E forse è proprio l’apparente insignificanza di quell’elemosina a renderla particolarmente gradita agli occhi di Gesù. C’è chi pensa di poter comprare qualcosa da Dio con ciò che offre e c’è chi vuol contribuire a risolvere un’emergenza umanitaria. Ma con due spiccioli che pensi di fare? Sono appena un gesto di affetto, un segno di partecipazione. E se certi benestanti pensavano di poter diventare azionisti di maggioranza nel tempio, a lei bastava un gesto di presenza per dire: “Ci sono anch’io”.
Una figura così porta un po’ di ottimismo anche nelle nostre vite, spesso incupite dalle cattive notizie e dai cattivi esempi di cui siamo circondati.

Annunci

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...