PiccoloLord e l’arancia

Una mattina la parte di classe che ha già frequentato il primo anno di Scuola dell’Infanzia è stata istruita dalla maestra sul fatto che giallo + rosso formano l’arancione . . . sono stati invitati a usare il colore adeguato per disegnar e colorare una bell’arancia, con le relative foglioline verdi in alto. Mentre i compagni “grandi” seguivano questa dotta spiegazione, i piccoli erano intenti a fare qualcos’altro (cosa, non so, perché non c’ero).
Il pomeriggio, a casa, la FigliaGrande e il BisNonno stavano intrattenendosi in conversazione, la sottoscritta, era in altre faccende affaccendata e il PiccoloLord, come tutti i bambini, voleva la massima attenzione della sua mamma . . . “Fai il bravo, lasciami parlare col BisNonno . . . disegna, hai lì i fogli e i colori . . .” gli dice la mamma, aspettandosi i soliti scarabocchi colorati, cerchi più o meno perfetti, forme che più che un cerchio sembrano balene, di tutti i colori presenti nella scatola dei pennarelli (PiccoloLord è un bambino allegro e lo dimostra anche nella scelta dei colori, cuore di nonna). Dopo un certo tempo sento dei gridolini di meraviglia . . . “Oh! L’arancia, ma è un’arancia .  . . guarda nonno, un’arancia . . . guarda mamma, le foglioline . . . bravo PiccoloLord, sei stato bravissimo . . . domani lo portiamo alla maestra!” . . . mi sono avvicinata alla fonte di tutte queste sciempiaggini tutto questa emozione e vedo per prima cosa un sorriso da un’orecchio all’altro su una faccettina birba, con gli occhi brillanti di soddisfazione e poi  un foglio su cui c’è, in effetti, un grande cerchio arancione che riempie quasi tutto lo spazio, in alto, in mezzo centimetro ci sono tre segmenti verdi, convergenti a “V” . . . Ok, la possiamo definire un’arancia.
La mattina dopo, mi raccontano, appena ha visto questo capolavoro, la maestra si è emozionata, ha abbracciato il PiccoloLord e gli ha detto: “Ma tu guarda, hai ascoltato la maestra che spiegava ai compagni, ma che bravo che sei!” . . . lui, con un bacio schioccante sulla guancia ha espresso il suo compiacimento per la lode. Il disegno è rimasto in classe, nella sua cartellina.
Adesso mi aspetto un ritratto della nonna!
(dalla biografia del PiccoloLeonardo)

                                                                                                                                                                                

Calendario dell’Avvento 2012 ><

Avvento albero-di-natale

“Non vi è nulla di più triste che svegliarsi la mattina di Natale e scoprire di non essere un bambino” (Erma Bombeck)

Annunci

5 thoughts on “PiccoloLord e l’arancia

  1. Uff, ho perso il commento perché il sistema non mi riconosce la password. Lo digito di nuovo: dovreste far guardare al piccolo i filmati dell’annoying orange (cercalo su youtube), si divertirebbe un sacco!

  2. Ma che bravo il piccolo artista! Per un bimbo così piccolo riuscire a interpretare i suggerimenti della maestra, ed essere a casa, è un traguardo grandissimo!. Complimenti alla mamma e alla nonna! 😉

  3. Pingback: 2012 in pillole | hovogliadichiacchiere

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...