Curiosità sul periodo natalizio

Da notizie trovate qua e là su Internet . . . Fiordicactus declina ogni responsabilità, se sarete presi da attacchi di risate, non è colpa mia


Perchè si addobba l’albero di Natale?

Dicono che nell’antico Egitto, durante il culto del sole, si addobbasse una piramide (mi sarebbe piaciuto vedere una piramide con festoni, lucine e palle colorate). Tradizione poi ripresa anche da altri popoli, tra i quali anche quelli del nord dell’Europa (forse i “Celti”??? Boh!), che ovviamente non avendo sottomano una bella piramide, cercarono qualcosa che le somigliasse e scelsero di addobbare un’abete. Le luci sull’albero (una volta erano candeline accese), come nel culto del sole, rappresentano la luce della vita. (notizie sul perché delle palle e dei festoni . . . non pervenute )

Perché si fanno le vacanze di Natale e i regali?

Nella seconda metà del mese di dicembre nell’antica Roma vi erano i “saturnali!, ossia le feste in onore di Saturno, che celebravano la fine dei giorni piu’ bui in onore dell’allungamento delle giornate. Tra le caratteristiche di queste feste si cessavano le attività pubbliche per qualche giorno (le famose vacanze dei Saturnali)  Alla fine dei saturnali i cittadini si scambiavano miele, fichi e ramoscelli sacri, in onore di un’antica tradizione portata avanti da Romolo, il fondatore di Roma. L’usanza dello scambio dei regali è rimasta, fino ai giorni nostri,  favorita dal clima natalizio. (e rinforzata dal marketing pubblicitario)

stella_di_natale

Perché ci regalano la “stella di Natale”?

Sicuramente sapete che la Stella di Natale,  la piantina più famosa delle feste, è velenosa. Infatti, il succo bianco che esce dai rami rotti è tossico sia per gli umani che per gli animali. Ma  quanti di voi sanno che il suo viaggio per arrivare nelle nostre piazze e nelle nostre case parte da molto lontano. La Stella di Natale, o Euphorbia pulcherrima, arriva dal Messico, mi dicono che là arrivi anche a due o tre metri di altezza. La sua storia comincia migliaia di anni fa. Gli Aztechi, infatti, ritenevano che le sue foglie rosso scarlatto fossero in realtà macchiate dal sangue di una dea che soffriva per amore. (Cosa c’entri questa dea e il suo sangue col Natale, mi sfugge! . . . ma sarà un mio limite!) 

Volevo mettere anche una foto di una piramide addobbata, ma non l’ho trovata . . . così come non ho trovato foto di Romolo con i regali dei saturnali . . . dovete accontentarvi della stella di Natale! 

                                                                                                                                                                                        

Calendario dell’Avvento 2012 ><

189774_232542120210114_1643136_n

O per favore, c’è solo un tipo grasso che ci porta i regali, e il suo nome è Babbo Natale” (Bart Simpson)  

Annunci

8 thoughts on “Curiosità sul periodo natalizio

  1. La piramide addobbata l’avrei voluta vedere… La questione della dea azteca non l’ho capita nemmemo io….. Forse non ha un collegamento con il Natale… Forse si chiama “Stella di Natale” perché assomiglia ad una stella…. Chi lo sa…. 😉

      • Rieccomi,cara Fior. Mi sono andata ad informare e ho scoperto che il fiore che noi chiamiamo “Stella di Natale”si chiama,in realtá, EUPHORBIA PULCHERRIMA o POINSETTIA.
        La lega al Natale una leggenda che narra di un bambino povero che,il 25 Dicembre di un anno dimenticato,che si recó in una chiesa per offrire un dono a Gesú nel giorno della sua nascita. Triste e vergognoso per il suo cosí poco degno mazzo di frasche,perse una lacrima fra fra quei ramoscelli che,grazie ad un miracolo,si trasformarono nel fiore piú rosso e piú bello he i uoi occhi abbiano mai visto.

      • Per caritá,questa é solo una leggenda,ma é bello sapere cose in piú su questa bellissima festa 🙂 La quesione azteca non l’ho capita nemmeno io…sará un difetto di famiglia. Buona giornata 🙂

    • Sisi…molto piú bella questa leggenda che la dea azteca,si! 😀
      Se non sbaglio….. Numero 6….. Non ne sono sicura,peró.
      Fammi sapere se hai capito
      Anonima n.6

      • Se stai in “Assemblea”, allora sì, sei la n° 6 . . . è facile fare il conto: 1, 2. 3 . . . poi la 4, la 5, e la 6 e infine i 7, 8 e 9 e si ricomincia col PiccoloLord (diciamo 1A)! 🙂

        Ciao, zia Fior

      • In effetti,se vogliamo essere precisi,ora é suonata la campanella e adesso c’é lezione… Ogni tanto perdo il conto…. 😀 vado a fare lezione,ciao Zia flor!

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...