Prossimo . . .

Un dottore della legge si alzò per metterlo alla prova: «Maestro, che devo fare per ereditare la vita eterna?». 

Gesù gli disse: «Che cosa sta scritto nella Legge? Che cosa vi leggi?». 
Costui rispose: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua forza e con tutta la tua mente e il prossimo tuo come te stesso». 
E Gesù: «Hai risposto bene; fa’ questo e vivrai». 
Ma quegli, volendo giustificarsi, disse a Gesù: «E chi è il mio prossimo?». 
Gesù riprese: «Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. 
Per caso, un sacerdote scendeva per quella medesima strada e quando lo vide passò oltre dall’altra parte. 
Anche un levita, giunto in quel luogo, lo vide e passò oltre. 

Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e n’ebbe compassione. 
Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricatolo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. 
Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede all’albergatore, dicendo: Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno. 
Chi di questi tre ti sembra sia stato il prossimo di colui che è incappato nei briganti?». 
Quegli rispose: «Chi ha avuto compassione di lui». Gesù gli disse: « Va’ e anche tu fa’ lo stesso ». 

(dal Vangelo secondo Luca 10,25-37)

_ A Samaritano

Il Buon Samaritano  – Vincent Van Gogh (1853-1890)

“Cristo non disse che un giudeo soccorse un samaritano, ma che un samaritano fu generoso verso un giudeo. Da questo impariamo che dobbiamo preoccuparci di tutti e non solo dei nostri familiari nella fede… Se vedi uno che soffre, non indagare oltre: anche lui ha diritto di essere aiutato, per il semplice motivo che soffre.”

Giovanni Crisostomo, Sulla Lettera agli Ebrei 10, 4.

A cura di L. Gambero. (copiato da “La Domenica“) 

_ gente

Annunci

2 pensieri su “Prossimo . . .

  1. Questo è stato il primo brano che abbiamo commentato a catechismo con dei ragazzini di seconda media. Com’è stato difficile sia farlo comprendere che comprenderlo personalmente in tutta la sua profondità. E’ bellissimo, forse bisognerebbe farlo leggere ad alta voce a molti, ultimamente.
    Baci
    Marghe

    1. Secondo me, le due parabole più “difficili” sono questa e quella del “Figliol prodigo” o del “Padre misericordioso” . . . perché, come ha scritto qualcuno che ne sa più di me (e che trovi citato qua: https://hovogliadichiacchiere.wordpress.com/?s=padre+misericordioso) non possiamo essere, a secondo dei casi e dei momenti della vita, uno o l’altro dei personaggi . . . 🙂

      Ultimamente, hai ragione, s’è persa la com-passione verso l’altro, e la misericordia verso chi sbaglia . . . 🙂

      Ciao, Fior

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...