“Fioretti” di Quaresima

Oggi, mercoldì “delle Ceneri”, per i cattolici (quasi tutti, gli “ambrosiani” no, loro hanno dei tempi diversi) ci sarà la cerimonia durante la quale il celebrante sparge un pizzico di cenere benedetta sul capo o sulla fronte dei fedeli, accompagnata dalla formula «Convertitevi e credete al Vangelo» e comincerà la Quaresima . . .

pieter_bruegel_d-_a-_066

Tutti (anche i non credenti o non praticanti) sanno che “Quaresima” è, nel parlare comune, sinonimo di “digiuni e astinenze” . . . per questi momenti “forti” dell’anno,  fin da piccoli, ci viene insegnata l’abitudine dei “fioretti” (adeguati all’età e alla salute di ognuno), qualcosa da fare o non fare, qualcosa che ci costi un sacrificio consapevole. 
Una mia amica, signora di una certa età, per esempio ogni anno decide di astenersi dal mangiare dolci e dal mettere lo zucchero nel caffè. Ogni anno, da che la conosco, ci vuole convinzione e costanza! 

digiuno1-300x200

Ho letto un post simpatico (l’ha scritto Lucyetta e non poteva essere diversamente), su vari spunti per “fioretti” moderni, da fare in Quaresima, ricordandoci, come scritto nel vangelo di Matteo: “E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipocriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano.”.

Così, siccome già stavo pensando a qualcosa da fare per questa Quaresima, qualcosa che mi facesse sentire davvero il “sacrificio” senza arrivare agli eccessi che poi non si riescono a mantenere e mi farebbero sentire una frana totale, me lo sono letto. Tutto e ci ho trovato quegli spunti che mi servivano.

Oh, siamo chiari, non lo scrivo per sentirmi dire “brava”! Lo scrivo perché questo è il mio diario e, se fossi in dubbio, passo di qua e faccio un ripasso . . .

dacci-oggi-il-nostro-pane-quotidiano-cuciniere-di-conventi-e-abbazie-libro-81729

Mi piacciono il primo: Riscopri il piacere di qualche antica ricetta” e il secondo punto: Approfitta dell’astinenza per una dieta detox (e per l’anima, e per il corpo)” (tra quelli di Lucyetta). Vado a cercare quel libro in cui ci sono ricette antiche e vedo di fare lo sforzo di cucinare qualcosa di nuovo, anche se solo il venerdì, quando ci viene richiesta l’astinenza dalle carni  (che non proibisce di consumare pesce, uova e latticini, ma proibisce di consumare, oltre alla carne, cibi e bevande che ad un prudente giudizio sono da considerarsi come particolarmente ricercati o costosi.) E in oltre, potrei approfittarne per ricominciare a organizzare i menù,  impegnarmi nel cucinare qualcosa di curato nel pensarlo e nel prepararlo. In questi ultimi tempi ho trascurato la cucina (mea culpa). Qualche volta i miei se ne sono lamentati.

Per attuare il terzo punto: se puoi prenderti qualche giorno di ferie”, la cosa si fa difficile, ma lo potrei accorpare al nono: “fai una gita… ad alto tasso spirituale” . . . una domenica, lasciando la quotidianità della cura della casa, più spirituale.
Potrei anche “liberarmi” qualche ora, qualche pomeriggio di bel tempo, per andare, camminando, a quella chiesetta fuori mano . . .

sanbenedetto_lucia

Se poi volessi attuare anche il quarto: “spegnendo o decidendo un tempo più “corto” per stare in Internet” (mail, Facebook, lettura di giornali on line o di blog amici, o saltellando da link in link), potrei darmi dei “tempi più lenti”, “dedicarmi a buone letture” e, mentre sono impegnata nelle mie incombenze, “ascoltare della musica classica” . . . (altri tre punti che ci consiglia Lucyetta)

80529989476398

Un po’ più difficile mi sarebbe il punto otto: “Riprendi il contatto con quel amico che non sentivi da tempo”, per come sono io, non ho molti amici e quelli che ho, li sento, chiacchierona come sono, anche troppo! Ma vediamo cosa si può fare!

Non dimentico il punto dieci, “Poniti un obiettivo preciso, e fai di tutto per raggiungerlo”, che, anche se sembra uno di quei consigli dei vari libri di autoaiuto/motivatori per casalinghe deragliate,  richiamandoci all’autodisciplina ci ricorda che è una “virtù” che fa bene anche all’anima! La procrastinazione è un “peccato” in cui è facilissimo scivolare, come si fa presto a scivolare nell’accidia.

E ora . . . vado a cominciare . . . cerco di cambiare, sia nell’anima che nel corpo.

 

 

Advertisements

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...