Post it

Post it . . . Non abbastanza per farci un post, ma importanti come promemoria. Proprio come i bigliettini che ho in giro per casa, sul frigor, nei cassetti, ogni tanto ne ritrovo uno e mi dico: “ecco dov’era . . . “

 

 

 

PiccoloLord è a casa, oggi non c’è scuola . . . è pure, platealmente, irritato con tutti . . . gli chiedo come mai è di questo (pessimo) umore . . .
Risposta: “Io volevo andare a scuola!”
Bambini moderni, strani davvero! (2 novembre 2015)

Guardando il fil “Turbo”, protagonista una chiocciola/lumaca . . . “nonna, vedi, una “mulaca”!” . . . da grande sarà un autori di anagrammi??? (febbraio 2015)

“L’ironia è la sorella laica della misercordia; il sarcasmo, il fratello odioso dell’intelligenza” (B. Severgnini – Corriere della Sera) (febbraio 2015)

Sto pensando che ho aspettato una vita di essere chiamata “nonna” e adesso PiccoloLord chiama (una specie di) “nonno”, il nonno . . . a me, dice : “Ma’!”
Molto americano mio nipote! (dicembre 2013)


Butto lì: “Chi è quello che da le ruote a Saetta McQueen?”. . . PiccoloLord: “Gi – ggi!” IE ha ragione lui, anche se il nome esatto è Luigi),  (ottobre 2013)

“Mai rinunciare a qualcosa che si vuole veramente” Citato da Diggiu (ottobre 2013)

Dice: “Iiio” e indica se stesso . . . due dita . . . e un evviva con le due braccia alzate e un sorrisone.  Sta parlando del suo compleanno, anche se fa confusione con i numeri . . . questo bambino ha un futuro nel giocare al gioco dei mimi (intanto le parole che dice, a modo suo, sono 15. (ottobre 2013)

Dopo che, durante l’estate, ha assistito a parecchi temporali con tuoni e fulmini. Il PiccoloLord come sente che piove o che il cielo è grigio, mi guarda e, indicando la finestra, dice: “Buuum!”. (settembre 2013)

Sto lavorando la copertina ai ferri, arrivo a metà e la stendo sul tavolo, PiccoloLord viene vicino curioso. La guarda, indica gli intrecci e parte verso le camere, torna subito dopo con l’orsetto del cuore e la copertina dell’orso,  uguale a quella che sto lavorando. (è il modello fatto per “prova”).  (settembre 2013)

Dopo che PiccoloLord schifato rifiuta di bere l’acqua con la menta, la mamma gli dice “Non ti piace? Lo sapevo! Devi fidarti, se la mamma dice una cosa, devi crederle!” , , , la nonna ha avuto un’irresistibile voglia di ridere . . .  (settembre 2013)

Ho trovato un’idea magnifica, recupero fili colorati di cui non si sa più che fare e ci divertiamo insieme, PiccoloLord e io . . . Ecco cosa voglio fare, clicco qui e lo trovo! (settembre 2013)

Muovendo la macchinina che ha in mano, PiccoloLord si accorge che si muovono anche delle macchie di luce sul pavimento … felice della scoperta chiama la mamma e sorridendo mostra la “magia” di luce anche a me.
Scatta il ricordo ed esclamo: “la gibigiana” . . . ma lui è forse ancora troppo giovane per capire, devo aspettare ancora un po’! (settembre 2013)

“La scelta è solo tua, non si vive per accontentare gli altri” (Alice in Wonderland) Ci vuole un po’ più di “sano” egoismo! (agosto 2013)

A volte penso che non è PiccoloLord che non parla, ma io che non lo capisco . . . lui con la sua mimica e i suoi sguardi mi “dice” molto. Comunica con tutto se stesso, ma siamo così abituati alle parole che non sempre lo capisco! (agosto 2013)



“Corri dietro ai tuoi sogni . . . se non li raggiungi, almeno dimagrisci” (Anonimo) Un buon consiglio, visti i tempi, due piccioni con una fava!  (agosto 2013)

Aveva la strana abitudine di non raccontare nulla, aveva la tempesta dentro, e nessuno lo notava” (Anonimo) Non so se è meglio essere così “chiuse” o al contrario condividere i pensieri allegri e quelli tristi con poche e scelte persone . . . mi da l’impressione che diviso il dolore pesi davvero meno e la gioia divisa invece si moltiplica! (agosto 2013)

“Amico è con chi puoi stare in silenzio” (C. Sbarbato)

“Odiare è dare troppa importanza all’odiato” (U. Bernasconi)

“Non è difficile diventar padre; essere un padre, questo è difficile.” (Wilhelm Busch, Julchen)

“A quel tempo, cercavo i tramonti, i sobborghi e l’infelicità; ora cerco i mattini, il centro e la serenità.” (J. L. Borges)

“Meglio non nato che ignorante” (proverbio inglese del periodo elisabettiano).

“. . . raramente si accontentava di una sola parola quando poteva dirne qualcuna in più.” (Cit da . . . non ricordo)

“L’ironia è una dichiarazione di dignità. È l’affermazione della superiorità dell’essere umano su quello che gli capita.” (Romain Gary )

“La cultura è un ornamento nella buona sorte, un rifugio nell’avversa”. (Aristotele)

 



 

download

Annunci

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...