Archivi

I film dell’inverno 2013

 iCheckMovies è quasi il gemello di Anobii, ma lui si interessa di film . . . ha un difetto che mi impedisce di usarlo . . .  parla solo inglese!
Per cui, se voglio parlare di film, lo posso fare solo qua . . . così, in fase di ristrutturazione di questo “salotto” virtuale ecco che ci aggiungo un angolo (la pagina “ol Cinemì”) dove segnare i film, quelli che mi hanno lasciato un ricordo e che vengono “rispolverati” dalla Tv o quelli che vedo o rivedo con i DVD.
E, da qualche tempo, quelli che vedo al Cinema . . .  dopo anni e anni sono tornata al cinema!

carspost

C’è stato un periodo in questo lungo inverno in cui con PiccoloLord ci siamo guardati (a ripetizione) un paio di film: Cars e La carica dei 101, altro non voleva vedere . . . poi il ventaglio di offerte si è allargato con Gli aristogatti.  Un giorno, abbiamo provato a guardare Monster & Co, io non l’avevo mai visto, lui, diceva sua madre, ne aveva paura . . . eravamo bloccati sul lettone da una malattia stagionale, e così un po’ la febbre, un po’ i commenti miei e i suoi “mimi” che rimarcavano i passaggi più interessanti ce lo siamo visto e ci è piaciuto . . . dopo il finale abbiamo fatto addirittura una sezione di solletico per vedere se anche l’energia di casa reagiva come nel film . . .
Monster & Co
Una conseguenza sgradevole dell’aver visto quel film è che lui, ogni tanto, ti viene vicino, alza le braccia con le mani aperte come artigli e grida “Aahhhgggrrrrrrrrrrr!” per spaventarci facendo “il Mostro”, noi dobbiamo reagire con grandi espressioni di paura e sgomento . . . e il gioco è riuscito.

Un paio di volte abbiamo visto pure Nemo storia di un pesciolino che non obbedisce al papà e si ritrova (nei guai) in un acquario . . . nella classifica dei film che piacciono al PiccoloLord per ultimi metterei Robin Hood e La spada nella Roccia.

In Tv, qualche tempo fa,  ho visto con piacere Il discorso del Re su consiglio delle Figlie, un buon film, ben recitato e soprattutto, ben ambientato, abiti e ambienti molto belli. PalaRiviera-Aldo-Moro

Lo Hobbit – Breaking down – Anna Karenina – Il lato positivo – Il grande Gatsby,  invece, li ho visti sul grande schermo . . . nel nel buio di una sala cinematografica vera! 

Ma di questi ve ne parlo un’altra volta.

images

Come un nuovo nipotino!

Se qualcuno ancora non lo sapesse, la FigliaPiccola ha la sua passione segreta . . . Oddio, tanto segreta non lo è più, da un sacco di tempo . . . la FigliaPiccola ama il Cinema, non solo andare a vedere i film con una assiduità impressionante (ricordo che una volta ha visto lo stesso film per un pomeriggio intero, 3 volte), ma proprio il "fare il Cinema" . . . ha studiato per questo, e si è laureata in "Regia e montaggio cinematografico"  
 

 


. . . ecco, proprio il montaggio di un film l'ha tenuta impegnata (e lontana da casa e dalla Carrie) per i mesi di ottobre e novembre . . . mentre come "segretaria di edizione" si è impegnata durante le riprese del film, tra agosto e settembre . . . tutto questo lavoro, tutto questo sforzo, suo e della troupe, ha portato alla prossima uscita nelle sale di un film, che a questo punto, per me è come un nuovo nipotino 

Ecco qui la storia, come l'ho capita io da quello che ho visto, letto e mi hanno raccontato!
Cosa succede quando due comici falliti, dopo essersi visti proporre un nuovo importante show e grossi ricompensi, si ritrovano con un pugno di mosche in mano e al loro fianco 10 avvenenti fanciulle.
Si inventano un finto reality show e con questa scusa conducono, attraverso la Toscana, nei piccoli paesi e nelle sagre, le giovani modelle che aspirando alla popolarità televisiva sono disposte a tutto.
Le 10 ragazze (ingenue, ma piene di sogni e buona volontà) credono alla storia raccontata dai due che si inventano giorno per giorno confessionali, finte dirette, ospiti inesistenti, prove assurde da superare, pernottamenti arrangiati . . .  finchè la notizia che nella campagna Toscana si sta svolgendo una nuova e rivoluzionaria trasmissione inizia a diffondersi . . . e attira le attenzione dei giornalisti, ma anche della gente e dei fidanzati (gelosi) rimasti a casa e ignari di tutto.

La FigliaPiccola, mi assicura che posso farla vedere anche ai nipoti piccoli, anche al PiccoloLord, è sicura che mi divertirò tanto a vederlo . . .  e lei lo sa! 

 

   PUBBLICITA'
(Cuore di mamma italiana)

Il film esce in anteprima, a Prato il 27 gennaio, non potrò andarci . . .
Poi, sempre a Prato, il  3 febbraio
e a Firenze Scandicci, il 10 febbraio . . . 
Qui, nella Città sulla Costa . . . dopo
(le trattative sono in corso).
Però, ho sentito dire che ci sarà il DVD in affitto e/o in vendita! 

  

 
Oh . . .  Qualche volta, la troupe si riposava anche!

Arriva l'estate . . . Promozione Turistica

Al  mattino, da quando anche i Tg Regionali hanno deciso di inondarci di notizie, l’Uomodellamiavita, oltre ai vari TG nazionale, su più canali, si guarda anche tutta la mezz’ora dedicata alle Marche, calcolando che sono le stesse notizie che poi ascolta alle 14 . . . da matti!

Ma ieri mattina, la tizia con vocina da Topolino, mi ha dato una dritta, per un post da "Promozione Turistica" . . . . . ci ha svelato che su You Tube c’è questo "corto" dell’Istituto Luce, dai lontani anni ’20  

A me è piaciuto tantissimo, e mi sono messa alla ricerca di qualcosa di più attuale, per darvi l’idea di come è cambiata la "ridente Città sulla Costa", guarda che ti riguarda, ho trovato quest’altro video, che non è come avrei voluto io, ma vi da l’idea del tempo che passa, basta guardare quanto sono cresciute le palme.

Per la parte del Lungomare nuova, che, come dicono i politici "l’Italia e l’Europa ci invidiano", vi rimando a quando ho sottomano qualche volontario cineoperatore, e, soprattutto, ho imparato a mettere i video su You Tube! Per chi nel frattempo vuol vedere il lungomare nella sua interezza, di circa 6 Km, venite a trovarci!
Qui, un’assaggio:

nuovi giardini

Mia sorella l'ha scoperto da sola!

 Leggo, un po’ stupita, questo articolo, sul "Corriere della Sera on line"!

Una scena dal fil «Notting Hill»

 LONDRA – Le commedie romantiche? Non guardatene troppe se non volete rovinarvi la vita sentimentale. Il consiglio arriva da una ricerca condotta da psicologi specialisti in relazioni familiari dell’Università Heriot Watt di Edimburgo, che spiegano come questi film rischiano di creare spesso aspettative poco realistiche nei rapporti amorosi, con conseguenti sensi di frustrazione quando poi si scopre come è la vita «davvero».  (continua)

  Io penso che tutti dopo una certa età sappiamo che le favole sono racconti irreali, se vogliamo andare al ballo, non aspettiamo la fata che ci "inventi", per magia, un abito scintillante, ce lo dobbiamo andare a comprare . . . così sono le "favole" da grandi, le commedie romantiche, i libri come "Via col vento", o quelli della Barbara Cartland, da leggere per divertimento, pensando che sì le storie d’amore, la felicità e tutto quello che ne consegue fanno parte della vita, ma non tutto è così facile come si racconta in questi libri, in questi film!
Addirittura, l’articolo continua: "molti hanno infatti maturato l’idea, grazie ai film, che l’amore arriva perchè è predestinato, e che l’altro o l’altra sanno cosa vuoi senza che tu lo dica, grazie a un’intesa quasi magica, come avviene negli amori del grande schermo. "

Mia sorella l’ha scoperto da sola . . . e dice che se lei ha coltivato queste illusioni e si è scontrata con la dura realtà della vita è colpa dei libri della Liala . . . non deve averli letti con attenzione, perchè io mi ricordo che gli uomini, nei racconti della scrittrice, o erano dei terribili egoisti e aprofittatori, o, se erano romantici e affettuosi morivano dopo poche pagine! Le povere eroine, per loro, sopportavono, languivano e si disperavano, e regolarmente soffrivano . . .

Trovo giusto quello che segue: "Kimberly Johnson, un’altra ricercatrice, conclude: «I film catturano l’eccitazione di un rapporto all’inizio, ma suggeriscono anche, sbagliando, che fiducia ed impegno nell’amore esistono dal primo istante dell’incontro, mentre queste qualità normalmente impiegano anni a svilupparsi».