Archivi

È arrivata la Befana, nella calza c’è un premio!

Ecco, cosa mi ha portato la Befana . . .  un bel premio ricevuto da Il lato comico un giovane e divertente blog che seguo volentieri. Gio, una blogger che ringrazio per aver pensato a me, che in questi ultimi mesi non ho scritto molto (anzi, in certi casi ho solo copiato). E siccome io credo nelle coincidenze e nel fatto che “nulla accade per caso”, l’ho visto come un imput a ricominciare a tenere aggiornato il blog

Come sempre, si parte dalle cose serie: queste le regole per accettare il premio:
– Mostrare il logo dell’award sul blog; (fatto)
– Ringraziare il blogger che ti ha nominato; (fatto)
– Nominare altri quindici blog con pochi follower ;
– Mettere il link dei tuoi nominati nel post e informarli del premio con un commento;
– Scrivere sette cose su di te. (fatto)

Me la cavo in fretta sulle 7 cose su di me (una che scrive/scriveva un blog, ne ha sempre di cose da scrivere su di se), anche se in tanti anni di blog ho riempito il web con le notizie su di me :

  1. Sappiate che, non mi interessa il tifo calcistico, ma se proprio devo, “tifo” Atalanta . . .
  2. Sappiate che, per il PiccoloLord, non mi chiamo: “Nonna”, lui mi chiama: “Ma’ ” e io non sempre rispondo al volo . . .
  3.  Sappiate che, durante le feste di Natale, sono aumentata di ben 6 Kg! E adesso sto pensando come perdere questi e gli altri che sono in eccesso . . .
  4. Sappiate che amo le cose naturali e cerco di usare prodotti il più naturale possibile, ma non sono per un ritorno al “medioevo”, mi piacciono certe comodità dell’epoca moderna . . .
  5. Sappiate che , ieri ho preparato lo strutto con l’aiuto e le spiegazioni di una vicina e poi ho controllato su Internet, scoprendo che alcune cose potevano essere migliorate, sarà per l’anno prossimo . . .
  6. Sappiate che, faccio parte della Sandwich Generation e non ne sono molto contenta . . .
  7. Sappiate che, questo post è stato scritto a rate, non ho molto tempo in questi giorni, per i problemi che comporta il punto 6 . . .

barbsandwch

Orbene, dovrei trovare “15 blog con pochi follower”, adesso che ho capito, grazie a Gio, come capire quanti sono i followers, nasce il problema di capire “pochi” in rapporto a che??? Se prendo come riferimento un blog famoso (es. Nonsolomamma), gli altri ci rientrano tutti . Metterò i link (a prescindere da questa caratteristica) seguendo i miei parametri. Inappellabili! 🙂
Poi devo anche “mettere il link dei tuoi nominati nel post e informarli del premio con un commento”, ma so già che molti non partecipano a questi “giochetti” . . . ci penserò più tardi, ora devo scappare.

Allora, i 15 blog,  che a mio insindacabile giudizio saranno premiati sono: 

  1. Il lato comico . . . ridere fa bene alla salute – Non solo perché mi ha premiato!
  2. Cautelosa . . . “amante della montagna, dei viaggi, di tutto quello che c’è da scoprire al mondo (senza ‘rischi’, però…)” Ecco perché: mi somiglia!
  3. Testimoni ando . . . le parole muovono, ma è l’esempio che trascina Perché anche di questi tempi c’è bisogno di Santi e Beati! 
  4. Diario di guerra . . . dalla Russia alla prigionia in Germania – Perché mi piace la storia delle persone, molto di più della Storia dei libri di scuola! 
  5. LaBiondaProf . . . mamma, bionda, prof e mamma – E orobica, serviva altro??? 
  6. Hopeandloveislife . . . il segreto della vita – Una delle mie prime amiche blogger! 
  7. Le nebbie di Avalon 2.0 . . . Dove si parla di famiglia, di bambini e di cancro. Ogni tanto con paura ma spesso con leggerezza e risate – per me, semplicemente ziaCris! 
  8. Congedo parentale . . . normale vita di un papà italiano in Svezia fra famiglia e carriera – lo seguo da prima che prendesse il “congedo parentale” e lo leggo volentieri, avventure di una famiglia viste dal punto di vista maschile.
  9. Rete delle consigliere di parità delle Marche . . . Integrazione delle politiche di pari opportunità di genere nella Regione.  – Scoperto grazie a un problema familiare, scoperto che lavorano bene, le seguo volentieri, forse anche quelle della vostra Regione hanno un sito, andate a cercarle e pubblicizzate.
  10. Storia minima . . . Una donna che spesso è stata salvata dall’ilarità. La normalità è la mia specialità. – Una nonna, una bergamasca, basta quello.
  11. Creative Family . . . dedicata a Bergamo, di cui mi piace raccontare  insieme agli aspetti storici, (…) anche quelli più insoliti e particolari. – per riscoprire cose e luoghi della memoria e per scoprire, da lontano, fatti/luoghi e persone sconosciute della mia città
  12. Dialetticon . . . “io disapprovo l’uso rozzamente polemico e strumentale che viene fatto dei dialetti” –_Lavori in corso

Festeggio i 5 anni di blog con un premio

Oggi, è il Compleanno del Blog . . .  sono ben 5 anni che ho incominciato a scrivere e raccontare le mie cronache semiserie, a ragionare sulle mie filosofie e pazzie, a invitarvi a provare le mie ricette, provate e approvate e tutto questo con affetto e con gioia.

Oggi ho deciso che era ora di cambiare qualcosa in questo blog, mi sono fatta un regalo, una “veste” nuova . . . spero vi piaccia.  L’immagine di “testata” (in inglese ha di sicuro un nome più accattivante, ma non lo so) è stata scelta senza un perché specifico, poi ho scoperto essere (una parte di) un dipinto di Van Gogh:   “Il mare a les Saintes – Maries de la mer” Giugno 1888.

Oggi, ho ricevuto un premio . . . me l’ha “donato” l’amica Diggiu, che col suo blog: Hope and Love is life è una delle prime amiche-blogger. Inoltre è anche un’ amica nella vita reale, perché, a volte, quando il virtuale si fa reale certe cose si confermano . . .

Il premio Simplicity, creato da Sheryl  dice: Questo premio va assegnato ai/alle blogger che nei loro post parlano di se stessi, ci raccontano le loro giornate, ci fanno vedere le cose dal loro punto di vista. Insomma, alle persone che fanno post in cui parlano di sé. Queste le regole:

1) Rispondere a questa domanda (che rimarrà invariata): ” Che cos’è la semplicità? “
2) Dedicare un’immagine a chi ti ha donato il premio.
3) Donare il premio a 12 blogger che rispondono ai requisiti citati prima.

Rispondo alla domanda (anche se a quest’ora il cervello è in “stand by”). . .
La semplicità, secondo me, è accontentarsi di quello che si ha, senza invidie se altri hanno di più, senza fare sogni che si sa potranno rivelarsi irrealizzabili.
Semplicità è fare le cose col cuore, allora anche una cena “spartana” diventerà “luculliana” . . . Semplicità è divertirsi con poco, una chiacchierata con gli amici, un gelato in buona compagnia . . .
Semplicità è gustare ogni attimo e ogni cosa che si ha . . .

La semplicità non va confusa con la stupidità!

Lele Luzzati – Il Giardino dell’Eden (la semplicità perduta, secondo me) dedicata a Diggiu

E adesso, dovrei donare questo Premio ad altre 12 blogger che rispondano ai criteri detti all’inizio . . . ma sono stanca e si avvicina la mezzanotte . . . chiudo qui, ci “vediamo” domani, ci dormo su e ci penso!

Aggiornamento :  Dopo averci pensato bene sono giunta alla conclusione che i blog-amici, ogni blog personale che ho linkato è quel famoso “diario che risponde”, ovvero blog di blogger che parlano di se stessi e della loro vita, dei loro pensieri.
Perciò, dono questo premio Simplicity a 
Nando, Julia, Paolo, Cristina, Francesca, Camu, ziaCris, Mariella, Dany, Fefo, Marina, Lucietta, Marta, Emily, Marzia, Antonella, Tea, Viviana, Alessandra, Wonder, e a tutti gli altri che trovate nella lista dei link.  

Premio Liebster Blog

In questi quasi (manca proprio la classica “manciata di giorni”) 5 anni da che ho il blog ho ricevuto vari premi, ma ogni volta per me è una sorpresa (che qualcuno abbia pensato a me) e un piacere (che qualcuno trovi meritevole quello che scrivo) . . . e poi, comincia l’ansia di trovare a chi passarlo (una delle ultime volte, ho segnalato dei blog che,  l’ho scoperto solo in quell’occasione, per una loro scelta non partecipano a questi “giochi”).

Così, con questi sentimenti tutti insieme (più molti altri, non tutti positivi) nel mio cuore, mi accingo a prendere, coccolare e ritrasmettere il
che mi ha consegnato l’amica ZiaCris . . .  la sua motivazione: “perchè è una nonna come me e stravede per il PiccoloLord”, mi ha fatto sorridere, non so quanto tempo è  che non vi racconto del PiccoloLord! La ringrazio, naturalmente, anche perché mi ha datto l’occasione e lo stimolo di ricominciare a scrivere dopo questo periodo di fiacca!

Comunque, le regole sono abbastanza semplici e ve le devo proprio comunicare:

segnalare sul proprio sito 5 blog che abbiano meno di 200 lettore ed evidenziare il link;
lasciare un commento su questi blog per avvisarli del premio ricevuto;
ringraziare chi vi ha assegnato il premio;
condividere con i lettori 5 cose di sè che le persone non conoscono.

Ora, come detto, ho ricevuto già altri premi, ho segnalato già altri blog e ho già raccontato un sacco di cose su di me . . . per cui, vista la motivazione di questo premio datomi dalla ZiaCris, ho deciso di declinarlo tutto sui bambini e sulle nonne!  

Segnalo per ciò a tutto il mondo Web che li vuole andare a vedere i 5 blog che premio:

Profumo di borotalco . . . la nonna racconta alla sua nipotina i momenti che vivono insieme, pensieri e fatti dal giorno in cui è nata. Sono raccontati con tanto affetto da La tua nonna.

Wondermamma e le sue figlie . . . una mamma, Wonder appunto, che ci racconta avventure e disavventure di una famiglia monogenitoriale (suo malgrado) e tutta al femminile!

Mamme del Piceno . . . per tutte le mamme (e i papà) del territorio. Creato da Francesca, una mamma che in questo modo ha dato risposta ad una esigenza nata durante la sua gravidanza.

Fragole e Cioccolato . . . una super 7 volte nonna . . . interessata a molte altre cose! Una di quelle persone che, prima o poi devo incontrare.

Un’altra Nonna . . . anche se ultimamente non scrive, racconta simpaticamente l’essere nonna ai tempi di Internet . . . e in più, con un post di gennaio, mi ha fatto superare l’impasse del trasloco del blog da Splinder a qua.

E adesso, la parte più difficile . . . 5 cose su di me che non sapete??? Dopo 5 anni di blog ancora ci sono cose di me che non sapete???
Anche in questo caso, racconterò di nonne e bambini . . . non so cosa, ma lascio andare le dita sulla tastiera e qualcosa uscirà!

  1. Come nonna, mi considero una nonna abbastanza dolce, qualcuno dice severa . . . io penso di essere una via di mezzo! Non so cosa pensa il PiccoloLord, ma ogni tanto parte e mi corre incontro e mi “bacia” . . . cioè, mi appoggia la sua guancia contro la mia!
  2. Il PiccoloLord, fino all’inizio di maggio abitava con i suoi genitori in una casa e io lo vedevo quando la sua mamma lavorava o quando decidevano di venirci a trovare . . . adesso abita qua, tranne il martedì e il giovedì pomeriggio e la domenica che sta col suo papà  . . . ci sono ulteriori trattave in corso.
  3. Per lavare con meno “fatica” le mani e la faccia del PiccoloLord, da quando lui si tiene in piedi da solo, ho comprato uno sgabello . . . poi, un giorno l’ho guardato bene, e ho scoperto che assomiglia molto allo sgabello che c’era a casa di mia nonna, per lo stesso uso. Quando ero piccola lo tiravo davanti al lavandino, mi ci arrampicavo e mi lavavo le mani da sola . . . come fa adesso il PiccoloLord.
  4. Ancora, malgrado senta e capisca tutto, il PiccoloLord non parla . . . stanno provvedendo perché questo “ostacolo” venga superato più presto possibile . . . lui comunque, si fa capire, ciangotta qualche sillaba come gioco o canto, balla a tempo di musica e segue i movimenti che fanno i grandi . . . e se sente dire: “gelato”, apre il freezer e porta in tavola i barattoli del gelato, sorridendo da orecchia a orecchia.
  5. Capita a volte la nonna si trovi un PiccoloLord vicino al lettone, che le sta “rubando” il bauletto che le ha regalato un’amica della FigliaPiccola . . . la colpa è della Tv! E vi spiego: il bimbo guarda certi cartoni animati sui pirati dell’isola che nonc’è e questi, regolarmente scoprono un baule del tesoro e se lo portano via con tutti i dobloni, lui ha deciso che il mio bauletto è quello dei pirati, ci ha messo alcuni porta tovaglioli (io ho dovuto togliere in fretta quello che c’era dentro) e se lo porta in giro appoggiandolo sulla testa, a volte se lo porta a letto . . . poi, il giorno dopo, lo riporta!

Espletate tutte le incombenze, o così credo . . . vi lascio . . . ce n’è da fare in una casa con un bambino di quasi 3 anni, una FigliaGrande che è ferita nell’animo, i due cani, quello del PiccoloLord e quello del Figlio a cui, per l’estate s’è aggiunta la canina della FigliaPiccola

Premio “Versatile blog”

“Passo questo premio a… chiunque abbia voglia di raccoglierlo; non faccio nomi e link perché è molto probabile che le persone in questione l’abbiano già ricevuto e rilanciato! 😉 “


Ho trovato questa immagine e le parole scritte sopra, nel blog  Senza traccia qualche mese fa, mi è piaciuto subito questo “premio,” per cui ringrazio Marco di averlo “ri – lanciato” nel mondo dei blog.
Versatile blogger lo siamo un po’ tutti, mi sono sentita molto “chiunque” e ho deciso che prima o poi avrei ritirato il premio e lo avrei rilanciato . . . purtroppo i miei tempi si sono dilatati, scusate!
Versatile blogger, come è versatile la vita . . . riso e pianto,  gioie e dolori, amicizia e indifferenza, bello e brutto,  sole e nuvole, amore e odio e potreste continuare la lista anche voi!
Versatile blogger impone anche degli obblighi . . .
a. ringraziare chi glielo ha assegnato, mettendo il link al suo blog.
b. condividere 7 cose/fatti/notizie su se stesso.

La parte “a”  è stata espletata . . . passiamo alla parte “b” :

  1. sono una timida estroversa, per cui a volte sembro scontrosa a volte troppo ciarliera . . .
  2. sono sposatissima e non sono pentita della mia scelta, anche se l’Udmv (*) ha i suoi difetti . . .
  3. sono madre/zia/nonna e mi piacciono bambini e ragazzi, ma posso vivere anche senza . . .
  4. sono curiosa di conoscere il perché delle cose, come un bambino, ma non sempre la gente che ho intorno mi sa spiegare . . .
  5. sono chiacchierona, ma so anche ascoltare. . . purtroppo, a volte so già le battute che mi diranno . . .
  6. sono un po’ troppo “cicciotta” . . . non so dire di no a certe pietanze e, siccome cucino io, quelle che mi piacciono di più compaiono più spesso nei miei menù . . .
  7. sono affettuosa, ma non amo troppe smancerie . . . preferisco i fatti

Anch’io lo “rilancio” a tutti quelli che lo vogliono “raccogliere” . . .  senza impegni, senza obblighi, ma in allegria!
Questa volta non segnalo nomi e link perché è molto probabile che le persone che ho in mente  l’abbiano già ricevuto e rilanciato! O che siano di quelle che hanno i blog “Award Free” . . . 🙂

(*) L’Uomodellamiavita = IlPadredeimieifigli = . . . . . . . ecc ecc, sempre lui: Mio marito! 😀

Premio . . . Blog affidabile

Ho un sacco di amici blogger, qualche volte mi fanno la sorpresa di premiarmi (e devo dire che mi fa sempre piacere). Una di queste amiche, Marins, la settimana scorsa mi ha scritto “passa da me” e quando sono passata ho trovato questo post , la curiosità mi ha portato all’indietro a scoprire il blog di Giorie in Musica e ho capito

Come si distingue un Blog Affidabile? Per alcuni semplici, ma importanti parametri:
1) E’ aggiornato regolarmente
2) Mostra la passione autentica del blogger per l’argomento di cui scrive
3) Favorisce la condivisione e la partecipazione attiva dei lettori
4) Offre contenuti ed informazioni utili e originali
5) Non é infarcito di troppa pubblicità

Non so se il mio blog corrisponde a tutte, ma proprio tutti questi parametri, ma faccio del mio meglio.

“Il premio “Blog Affidabile” è un modo per aiutare a far conoscere dal basso il lavoro dei molti blogger italiani che aggiornano con passione, dedizione e costanza il loro diario online, ma che non sempre sono noti al grande pubblico.
Come? Facendo in modo che siano gli stessi blogger che ricevono il premio (e possono fregiarsi del distintivo di “Blog Affidabile”) a nominarne e premiarne altri.”

Tra i tanti che conosco, mi appresto a nominare i cinque blog che rispecchino le caratteristiche citate non sarà una cosa facile sono tanti i blog e i blogger che meriterebbero . . .

Il primo è il blog di Norma: Merenda Sinoira  (clicca qui, per una visita)
“cucina piemontese e non solo”  –  ricette ordinate in ordine alfaberico e per ogni occasione da cui ho preso spunto per il menù di Natale. Nel “non solo”, qualche assaggio della sua vita di tutti i giorni.

Il secondo è il blog di Alessandra: Alessandra – CreativeFamily  (clicca qui, per una visita)
un blog “dedicato a Bergamo, di cui mi piace raccontare – insieme agli aspetti storici, paesaggistici, urbanistici, architettonici ed artistici in generale – anche quelli più insoliti e particolari”.  – Quando scrive un nuovo post, mi perdo nella lettura, nelle immagini e persino nelle note in fondo al post e non dipende solo dal fatto che parla di una delle città più belle del mondo, ma dalla passione che ci mette a raccontare.

Il terzo è il blog di Lucyetta: UnaPennaSpuntata  (clicca qui, per una visita)
“Linea editoriale: “Tu mi domandi se sono allegro: e come potrei non esserlo? Finché la fede mi darà forza, sarò sempre allegro! (…) (Beato Piergiorgio Frassati)” – Spassoso o serio, sempre ben documentato, con un’occhio particolare alle vite dei santi, rivisitate.

Il quarto è il blog di Antonella: I Sogni del Baule dei Ricami (clicca qui, per una visita)
“il mio sogno??? lasciare una traccia indelebile del mio passaggio su questa terra anche con il mio lavoro, la mia fantasia,la mia voglia di stupire…”  – È stato “aperto” da poco, ma la sua determinazione la porterà lontano, sono sicura . . . inoltre è la mia ricamatrice e miaspetto che prima o poi metta anche i lavori che ha fatto per le Figlie.

E infine, il quinto, che è il blog di Marzia: Pascolo Vagante (clicca qui, per una visita)
“Un giorno incontrai un pastore che mi parlò del pascolo vagante. Fu come uno di quei semi che riescono a trovare chissà come il modo di germogliare nei posti più impensati. ” –  io l’ho scoperto qualche anno fa, e non l’ho mai mollato . . . storie di oggi col sapore di ieri, ma i problemi di ieri, oggi e domani.

E adesso, passo ad avvisare! Passate anche voi . . . vale la pena! 🙂