Zampone in crosta di patate!

Giusto per non lasciare il post “Sfida all’Ok cuoci!” senza un riscontro . . . vi metto (con incolpevole ritardo) la ricetta con il prodotto più fuori stagione che avevamo ancora in dispensa a marzo, il momento in cui abbiamo fatto l’inventario

Non è che sia una novità assoluta (nel variegato mondo delle ricette), semplicemente in questa casa non si era mai sperimentata questa “vicinanza”.

Una sera, è arrivata in tavola una teglia da forno con sopra una specie di cilindro, giallo dorato . . . sarà un arrotolato? Sarà questo, sarà quello?
In pochi gesti, Figlia Grande ha svelato l’arcano: era lo zampone già bello cotto e pulito dalla sua cotenna (malgrado qualcuno apprezza tantissimo), nascosto in uno spesso strato di purée, il tutto spolverato di formaggio grattato e scaglie di burro e poi, messo in forno fino all’ottenimento di quella bella crosticina dorata.

Inutele dirvi che è piaciuto tutto tantissimo . . . Se volete provarci, nella stagione adatta a un piatto così “scaldante”, vi scrivo qua sotto la ricetta provata ed approvata . . .

Zampone in crosta o zampone nascosto!

Ingredienti x 5 persone (a cena, dopo un piatto di vellutata di verdure stagionali)

1 zampone
qualche busta di purée istantaneo
Latte
Sale, noce moscata, panna qb
Burro qb
Formaggio grattato qb

Preparazione

Prendete lo zampone, avanzato dalle scorte per le feste di fine anno, ma non ancora scaduto. Fatelo cuocere secondo le istruzioni del produttore e, quando è pronto, pulitelo bene da tutta la cotenna e i piedini (buttateli nell’umido perché comunque possano servire a qualcosa) e appoggiatelo su di un piatto . . .
Mentre lo zampone cuoceva o dopo che è pronto e aspetta, pazientemente, lì sul piatto, prendete qualche busta di purée istantaneo (di quelle che: compra che è meglio averne un po’ di scorta, non si sa mai) che non siano ancora scadute, in base allo zampone che avrete cotto (Consiglio “matematico”: 1 zampone = 1 o 2 buste di purée istantaneo).
Preparate il purée seguendo le istruzioni del produttore, ma se volete, potete “personalizzare”.
Qui da noi, per esempio, nel purée ci si mette anche la panna (da cucina) al posto del burro (ho letto che è “più leggera”), poi, oltre al sale (pepe solo se non vi da fastidio) aggiungiamo la noce moscata (che toglie quel dolciastro della panna).
Sistemate su una teglia una piccola parte di purée, lo zampone e il resto del purée, intorno allo zampone, che non si deve più vedere . . .
Sopra a tutto, mettete il formaggio grattato , a scelta fra i formaggi filanti, NO MOZZARELLA, e i vari tipi di grana o Parmigiano Reggiano. (io, quando vedo che i formaggi restano un po’ troppo in frigor, li gratto “a julienne” e li infilo in uno sacchettino da freezer, vengono sempre buoni per insaporire o gratinare torte salate, quiche o roba simile)
Premete leggermente in modo che i formaggi si attacchino bene al purée e, se serve, raccogliete quelli cascati intorno e appiccicateli alla base.
Infornate giusto il tempo di fare asciugare un po’ il purée e di far dorare la superficie coperta dal formaggio . . . ognuno conosce il suo forno, ma non credo serva più di un quarto d’ora, è tutto cotto!

Enjoy!

2 pensieri su “Zampone in crosta di patate!

  1. Gustosa ricetta! Arrivata fuori stagione ma cmq da tener presente per il prossimo… Dicembre!!🎄 Complimenti alle due Chef di casa 👏🏻 👏🏻

Benvenuti nel mio blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...